Header ad
Header ad
Header ad

Il Circolo Lucca Jazz organizza un concerto del Nico Gori Quartet

Venerdì 24 gennaio alle 21,15 in San Micheletto

Il Circolo Lucca Jazz organizza un concerto del Nico Gori Quartet in memoria di Rudy Rabassini

Ingresso libero

 LUCCA, 22 gennaio 2014 – Venerdì 24 gennaio in San Micheletto, grazie alla Fondazione della Cassa di Risparmio di Lucca, il Circolo Lucca Jazz organizza un concerto per i soci e per tutti gli appassionati lucchesi, ad ingresso libero, alle 21,15.

Sul palco il “Nico Gori Quartet”: Nico Gori al sax tenore e clarino, Piergiorgio Pirro al piano, Matteo Anelli al contrabbasso ed  Andrea Melani ala batteria. Questo concerto, parte integrante del programma di attività musicali del Club per il 2014, sarà dedicato alla memoria del socio recentemente scomparso Rudy Rabassini, persona nota a Lucca per la sua costante ed instancabile dedizione alla musica ed al jazz in particolare.

“Rudy non è più con noi – sono le parole di Vittorio Barsotti, presidente del Circolo Lucca jazz -. In una giornata fredda di dicembre, a ridosso di Natale ci ha lasciato…. Con lui se ne è andato un caro amico, un  vero musicomane, un ottimo pianista e un fervido appassionato di musica jazz, in particolare quella genuina americana. Nato il 22 novembre del 1922 con il nome di Rodolfo, Rudy per tutti, ha rappresentato per Lucca un riferimento solido per la divulgazione della musica jazzistica a Lucca.  Cresciuto ai ritmi di Thomas Wright ‘Fats’ Waller, Duke Ellington fino allo swing californiano, è stato fondatore di vari circoli a partire dall’Hot Club del 1947, fino a sostenere l’attuale Circolo Lucca Jazz, di cui è stato un convinto sollecitatore; ha sempre partecipato attivamente alla vita musicale lucchese, anche di altri generi musicali (come dimostrato dalla sua ricca collezione di dischi e CD di musica di vario genere dalla classica al jazz), incontrando personalmente i protagonisti e gli artisti di fama internazionale. Nel corso di tutta la sua vita è stato un grande sollecitatore per i giovani musicisti, specie con il diffondersi dello swing  e soprattutto subito dopo la seconda guerra mondiale: alla fine degli anni ‘50 i ‘5 di Lucca’ lo consideravano una sorta di padre putativo che seppe incoraggiarli tanto da sfidare i più ambiti palcoscenici nazionali ed internazionali, portandoli a grandi e memorabili successi”.

“Tutto ciò restando ancorato alla sua famiglia ed alla sua città – conclude Barsotti -. Il Circolo Lucca Jazz, che lo vide tra i più sinceri e appassionati sostenitori ed a cui subito si associò con entusiasmo, gli conferì la tessera n.1: una tessera che rimarrà sempre la sua e che nessun altro potrà più avere. Nel 2007 il Circolo celebrò con lui i 60 di jazz a Lucca, ricordando proprio un altro club di cui Rudy era stato fervido animatore, lo ‘Hot Club’. Poi favorì e promosse l’edizione del suo libro, ‘Piccola storia del Jazz a Lucca’, un incantevole intreccio autobiografico con l’evolversi del jazz lucchese. Il Circolo Lucca jazz vuole onorare questa benemerita figura di amato concittadino, uomo semplice ed onesto, ottimo musicista e valente appassionato, con un questo concerto jazz dedicato proprio a lui e siamo certi che lui ne apprezzerebbe la scelta, come sempre aveva fatto nel passato riguardo a tutte gli eventi prodotti dalla nostra associazione”.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi