Header ad
Header ad
Header ad

Parte la campagna del Comune di Lucca contro lo spreco di cibo

Parte la campagna del Comune di Lucca contro lo spreco di cibo Il 25 ottobre al Mercato del Carmine la prima iniziativa della campagna “Un anno contro lo spreco”. Parteciperà anche il Ministro dell’Ambiente Andrea Orlando

Partirà con un incontro con il Ministro dell’Ambiente Andrea Orlando e una cena messa in tavola dai cuochi lucchesi l’anno che il Comune di Lucca dedicherà alla campagna “Un anno contro lo spreco”. Venerdì prossimo (25 ottobre) dalle 17.30 all’interno del mercato del Carmine saranno presenti esperti e amministratori per unire le forze contro lo spreco di cibo. Moderati dal giornalista Giulio Sensi, oltre al Ministro Orlando parleranno il fondatore di Last Minute Market  professor Andrea Segrè, i docenti Gianluca Brunori e Massimo Rovai del Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Agro-ambientali dell’Università di Pisa, l’onorevole Raffaella Mariani. L’iniziativa è stata presentata questa mattina durante una conferenza stampa tenutasi a Palazzo Orsetti alla quale hanno partecipato gli assessori Ilaria Vietina e Giovanni Lemucchi insieme a al responsabile della comunicazione della Croce Rossa sezione Lucca, Claudio dell’Amico e a Massimo Rovai.
“Vivere a spreco zero”, il leitmotiv dell’incontro di Lucca, è anche il titolo dell’ultimo libro di Andrea Segrè: una pubblicazione (Marsilio, 2013), che riassume al temo stesso l’auspicio del suo autore, offrendo una vetrina di buone pratiche quotidiane per tutti, e di esempi come il Last Minute Market che, se replicati su scala nazionale ed europea, porteranno a una società più giusta e responsabile, equa e solidale, rinnovabile e sostenibile rispetto ai bisogni e ai diritti dell’umanità.
Andrea Segrè è anche il promotore della campagna europea di sensibilizzazione “Un anno contro lo spreco”, promossa da Last Minute Market, che ha portato nel 2012 il Parlamento Europeo ad approvare una Risoluzione che richiede l’abbattimento del 50% degli sprechi alimentari entro il 2025. Alla campagna e alla carta Spreco Zero promossa in questi mesi hanno aderito centinaia di sindaci di tutta Italia, come Roma, Milano, Firenze, Torino, Napoli, Bologna, Venezia. Tappa portante della campagna è il format “Primo non sprecare” lanciato da Last Minute Market, ovvero i pranzi e le cene con cibo di recupero dagli sprechi della filiera agro-alimentare, e con prodottiu stagionali e possibilmente a chilometro zero. Info: www.andreasegre.it www.unannocontrolospreco.org www.lastminutemarket.it

Il dibattito prenderà il via alle 17.30, a seguire cuochi lucchesi allieteranno la serata con alcuni assaggi e dimostrazioni di come si può cucinare in modo “anti-spreco”.

È la prima iniziativa del Comune di Lucca che ha aderito alla campagna “Un anno contro lo spreco”. Il progetto sensibilizzerà l’opinione pubblica sulle cause e sulle conseguenze dello spreco e sulle modalità per ridurlo. L’iniziativa ha ottenuto il patrocinio del Parlamento Europeo-Commissione Agricoltura e Sviluppo Rurale.

In campo un decalogo che impegna centinaia di primi cittadini a misure concrete di abbattimento degli sprechi sul territorio amministrato: un programma operativo di impegni e buone pratiche capace di concretizzare, sul territorio italiano, le indicazioni e richiese del parlamento Europeo in tema di lotta allo spreco.

Il Comune avvierà iniziative per recuperare, a livello locale, i prodotti rimasti invenduti e scartati lungo la filiera agroalimentare, ridistribuirli gratuitamente a categorie di cittadini in difficoltà sul piano alimentare ed istituire programmi e corsi di educazione alimentare, di economia ed ecologia domestica per rendere il consumatore consapevole degli sprechi di cibo.

Tra le varie iniziative, l’Amministrazione si  impegna ad adottare come orizzonte di lungo periodo lo Spreco Zero ovvero promuovere la riduzione progressiva degli sprechi mediante il controllo e la prevenzione di tutte le attività pubbliche e private che implichino la gestione di cibo, acqua, energia, rifiuti, acquisti, mobilità, comunicazione. L’impegno inoltre è quello di confrontare, condividere, valutare e mettere in rete le buone pratiche: tecnologie, processi, progetti finalizzati a prevenire lo spreco alimentare e costituire infine una rete di amministrazioni a Spreco Zero.

L’iniziativa è resa possibile grazie alla collaborazione delle associazioni di volontariato lucchesi: Caritas, comunità di S.Egidio, Croce Rossa, Misericordia, Comitato comunale della protezione civile. L’invito è pensato soprattutto per gli insegnanti delle scuole e le persone impegnate nel volontariato, ai partecipanti sarà richiesto un contributo libero. E’ possibile prenotarsi scrivendo a mrosati@comune.lucca.it

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi