Header ad
Header ad
Header ad

L’ANTICA ARTE DEL BODY PAINTING

Dopo aver ammirato lo splendido lavoro propostoci durante la finale di Miss Lucca 4 You, abbiamo voluto intervistare l’artista che lo ha realizzato per capire qualcosa in più di questa antica arte. Andrea Leonardi in arte Bodyartandrew ha risposto ad alcune nostre domande.

Andrea come ti sei avvicinato al bodypainting

Ho studiato arte a Firenze e Carrara ho iniziato dipingendo quadri e murale. Nel 2009 ho effettuato il mio primo bodypainting in una gara a Pietrasanta che si svolgeva nel nuovo Garden Giovannelli facendo un bel quarto posto. Da questo momento mi sono avvicinato sempre di più a questa arte anche se all’inizio ho avuto difficoltà nel trovare modelle disponibili perché il bodypainting da noi era sempre poco conosciuto.

Cosa è il bodypainting e cosa vuoi esprimere con le tue opere

Il bodypainting ha origini antichissime. Gli antichi guerrieri si dipingevano il corpo per andare a caccia o per le guerre tra i popoli. Quando compongo le mie opere sia su tela che durante il bodypainting, metto sempre la mia anima e il mio cuore. Alcune volte sono costretto a seguire temi precisi per le mie opere, come ad esempio è successo per la finale di Miss Lucca 4 You, dove il disegno doveva rappresentare la provincia di Lucca, oppure come dovrò fare il 3 di novembre alla fiera dell’oriente a Marina di Carrara. Nonostante tutto, anche quando ho un tema imposto,metto sempre tutto me stesso nelle opere che realizzo.

Come è nata l’idea del disegno che hai fatto per Miss Lucca 4 You

Sono partito dal logo di Lucca 4 You poi, dopo aver visionato diverso materiale su internet, ho scelto alcune immagini che rappresentassero tutta la provincia di Lucca come il simbolo della città o il Ponte del Diavolo.

Quali sono i tuoi progetti futuri

Dopo essermi cimentato in diverse gare, come ad esempio la gara per il titolo Italiano, quest’anno andrò ai mondiali in Austria.

Per finire in bellezza questo viaggio all’interno del bodypainting abbiamo chiesto come è stata la sua esperienza alla modella Giovanna Sale che ha prestato il suo corpo per l’opera dedicata a Lucca.

Giovanna come è stata la tua esperienza con il bodypainting

L’esperienza del bodypainting è diversa dalla posa fotografica, innanzitutto convive la sensazione di sapersi “nuda” ma non vedersi tale perché comunque la pittura distrae l’occhio e fa sì che non si fissi sul particolare del corpo ma veda l’immagine nell’insieme: è una sensazione di libertà e benessere. Il lavoro preparatorio è molto faticoso per la modella, si deve stare molte ore (nel mio caso 11) in piedi senza potersi sedere, piegare o addirittura andare in bagno perché ogni movimento o strofinamento rovina la pittura. Fortunatamente si può almeno parlare e con il bodypainter si è instaurato un rapporto rilassato e amichevole.

A tutti e due un grosso in bocca al lupo per la loro carriera.

M.M.

IMG_0431

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi