Header ad
Header ad
Header ad

Peter Greenaway alla nona edizione del Lucca Film Festival

Dal 23 al 27 settembre torna l’appuntamento con il cinema indipendente. Peter Greenaway alla nona edizione del Lucca Film Festival

Sarà il pittore, regista e sceneggiatore gallese Peter Greenaway l’ospite d’eccezione della nona edizione del Lucca Film Festival, la manifestazione internazionale di cinema che si svolgerà dal 23 al 27 settembre nel capoluogo toscano tra cinema Centrale, auditorium della Fondazione Bml e Cinema Italia. Il Festival è ideato e organizzato dall’associazione Vi(s)tanova. La rassegna è sponsorizzata dal Comune e Provincia di Lucca, con il patrocinio della Regione Toscana e il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio, della Fondazione Banca del Monte di Lucca.

“Un festival – ha detto Cristina Scaletti, assessore alla cultura della Regione Toscana – nato dalla creatività di ragazzi bravi e motivati che sta crescendo e sta diventando un bel laboratorio culturale. La Toscana si conferma terra di cinema e di sperimentazione, in grado di dare spazio ai giovani talenti e di essere una bella vetrina per le produzioni che non passano dalla grande distribuzione e dal cinema di massa”

Omaggio a Peter Greenaway
Il Festival, alla sua nona edizione, continua il percorso di ricerca con uno sguardo attento sia all’avanguardia del cinema indipendente (giovani autori emergenti europei, artisti affermati dalla critica) sia alle personalità che hanno fatto grande il cinema del passato. Questa edizione presenta l’omaggio a Peter Greenaway, uno dei più significativi cineasti della cinematografia britannica contemporanea. Saranno proiettati cinque film, i più significati della sua carriera come regista. Sarà proprio Greenaway ad inaugurare il Festival lunedì 23 settembre, al cinema Centrale (dalle ore 20.30) con la proiezione di “Goltzius and the Pelican Company” (2012). Del regista saranno proiettati: “Giochi nell’acqua” (1988); “Il Ventre dell’Architetto” (1987); “L’ultima Tempesta” (1991) e “Lo Zoo di Venere” (1985). Greenaway sarà a Lucca già dal 21 e il 22 settembre per presentare l’opera multimediale “The Towers/Lucca Hubris” con cui animera’ la facciata della chiesa di San Francesco appena restaurata per un progetto promosso e finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, realizzato con la collaborazione del Lucca Film Festival e prodotto da Change Performing Arts Milano con la collaborazione di ALDES (in cartella stampa troverete l’approfondimento).

Omaggio a giovane cineasta Benedek Fliegauf
La retrospettiva, prima in Italia, sarà dedicata al regista ungherese Benedek Fliegauf (del 1974), considerato a Budapest una figura di spicco della nuova generazione dei registi ungheresi. Fliegauf sarà a Lucca per presentare i suoi film.

Omaggio Stan Brakhage
Quest’anno il festival dedica una retrospettiva, a 10 anni della sua morte, a Brakhage, il regista statunitense, considerato uno dei maggiori e più influenti filmmakers sperimentali del XX secolo. L’omaggio include la proiezione del suo lungometraggio “Dog Star Man”, ed un breve ritratto realizzato da Pip Chodorov realizzato poco prima della morte dell’artista .

Omaggio a Antonì Padros, primo in Italia
Sarà Antonì Padros tra gli ospiti della nona edizione del Festival, maestro del cinema spagnolo sperimentale di cui saranno proiettati sette film tra corti e lunghi, tutti i prima nazionale. Il cineasta spagnolo incontrerà il pubblico durante le proiezioni.

Eventi Speciali
Tra gli eventi speciali l’incontro con il regista Adolpho Arrietta, considerato un pioniere del cinema indipendente in Spagna e in Francia e la proiezione dei suoi ultimi film. Tra le proiezioni anche “The Age is” di Spephen Dwoskin (2012); “A Visit to Stan Brakhage” di Pip Chodorov e “Holy Motors di Leos Carax.

AudioDoc
All’interno del festival si terrà la prima edizione di Audiodocumentari in città, rassegna di audiodocumentari – ideata e curata dall’Associazione Culturale Officine Abaco e dallo Studio QZR in collaborazione con il Lucca Film Festival, Radio 3 Rai, Audiodoc, il Comune e la Provincia di Lucca. Saranno otto ascolti seguiti da altrettante tavole rotonde e due workshop pche ermetteranno di scoprire l’audiodocumentario e quattro storie dal profondo sguardo sociale.  I protagonisti della rassegna saranno Jonathan Zenti con “Fuga dalla Vittoria”, lavoro sul gioco d’azzardo realizzato da un gruppo di ex giocatori; Ornella Bellucci e “Ilva, c’era una rivolta” racconto in presa diretta dei giorni drammatici che hanno risvegliato Taranto e l’Italia rispetto all’acciaieria di proprietà della famiglia Riva; Flavia Piccinni con “Italia-Romania: in viaggio con le badanti”; Angelo Van Shaik e “La Tromba d’oro” sugli anni in carcere di Chat Beker nel carcere di Lucca.

Lucca Effetto Cinema – Evento Collaterale
Il progetto Lucca Effetto Cinema prevede un set cinematografico blu screen allestito per tutta la durata del festival (in via San Paolini, 5) dove ognuno potrà andare a recitare delle frasi celebri dei film. Chi parteciperà otterrà una clip del film e potrà usufruire degli sconti con i locali di Lucca che hanno aderito al progetto che per l’occasione saranno dedicati a film che hanno fatto la storia del cinema.

CONCORSO INTERNAZIONALE DI CORTOMETRAGGI
Come di consueto grande vetrina internazionale al Lucca Film Festival con il concorso di cortometraggi (oltre 30 cortometraggi da molteplici nazioni tra cui Russia, Australia, Malesia, Messico) che hanno partecipato ai festival più importanti  del mondo (Mostra del Cinema di Venezia, Quinzane di Cannes, Toronto Indipendent Film Festival, New York Film Festival, International Film Festival di Rotterdam). I corti, suddivisi in due sezioni – Sperimentale e Fiction/Documentario, competeranno come miglior opera della loro categoria.

Informazioni
www.luccafilmfestival.it; segreteria.lff@gmail.com; 0583583204;
ingresso giornaliero 5 euro; tessera associativa annuale 10 euro (valida per vedere tutte le proiezioni).

Cinema Centrale, via di Poggio, 36 tel. 0583/55405

Auditorium Fondazione BML; Piazza san Martino,7 Tel. 0583/464062

Cinema Italia Via Santa Gemma Galgani, tel. 0583/467264

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi