Header ad
Header ad
Header ad

Iniziate le opere di restauro e riqualificazione della Mura di Lucca

Sono partiti i lavori finanziati dalla Fondazione Cassa di Risparmio per riqualificare il principale monumento della città di Lucca. L’intervento fa seguito ad un protocollo d’intesa sottoscritto dal Comune di Lucca e dalla Fondazione che, in vista del 500° anniversario della costruzione delle Mura, hanno deciso di dare vita ad un imponente programma di interventi di restauro e di recupero, di conservazione e di valorizzazione della cinta muraria.

L’accordo tra i due enti ha reso operativo il protocollo d’intesa firmato nel marzo 2012 con la Regione Toscana.

Per i lavori, che partiranno a più riprese nel corso di quest’anno e proseguiranno fino al 2015, sono stati stanziati 9,5 milioni di euro, di cui 7 messi dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e 2,5 dalla Regione Toscana.

Il Comune di Lucca ha indicato alcuni luoghi come prioritari e, in questi i lavori, inizieranno inderogabilmente nel corso del 2013: la Casa del Boia (1,5 milioni di euro stanziati), l’ex canile (450 mila euro), le piste ciclabili (250 mila euro), la Casermetta Porta San Pietro (150 mila euro), la Sortita San Paolino (200 mila euro), la riduzione dell’asfalto (180 mila euro), la sostituzione dei corpi illuminanti (200 mila euro), il restauro paramento (200 mila euro) e il restauro di Porta Elisa (60 mila euro).

Tra questi interventi, uno dei più significativi è quello che interesserà la Casa del Boia, una casa in pietra, con porta sulla strada, ma anche un accesso direttamente al Torrione delle mura, che intorno al 1825 venne assegnata al boia Tommaso Jona. Un boia che il suo lavoro, a Lucca, non lo fece mai, chiamato in città dopo che il Codice Napoleonico aveva aumentato il carico di sentenze da eseguire, facendo lievitare il costo del ‘noleggio’ di boia e ghigliottina, di cui fino a quel momento la città si era avvalsa, usufruendone, solo all’occorrenza, dalla vicina Pisa. La casa, il cui tetto è in parte crollato e le cui mura si stanno sbriciolando, sarà completamente ristrutturata e fornita di ascensore. Cosa che renderà l’accesso alle mura finalmente facilitato anche per i disabili. Diventerà luogo d’incontro e di aggregazione culturale centrato sulla Via Francigena e il territorio di Lucca.

Tra le opere prioritarie, sono partiti i lavori all’ex canile delle Mura, nell’antica Casermetta del Baluardo San Salvatore, all’estremità orientale dell’attuale cerchia. Nata come alloggio del corpo di guardia, è un edificio semplice e spartano, con struttura in muratura di pietrame e copertura a padiglione ligneo. La funzione militare venne meno già agli inizi del XIX secolo e da allora fu utilizzata come magazzino, ricovero e infine come canile municipale. Lo stato attuale è fatiscente. Il progetto è quello di destinarlo agli amanti dello sport all’aria aperta che frequentano le Mura Urbane e anche quale supporto ai visitatori della struttura realizzata nell’ex Casa del Boia.

Infine, sono in corso i lavori alla Casermetta San Pietro, il cui solaio è oggi molto compromesso, fuori dalla quale, quindi lungo la passeggiata delle mura urbane, sarà realizzato un bagno accessibile ai diversamente abili.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi