Header ad
Header ad
Header ad

Alla scoperta di Verni

Suggestivo borgo delle Alpi Apuane dalle origini molto antiche, caratterizzato dalle abitazioni e dalle arcate in pietra tipiche dell’alta Toscana, Verni sorge su un colle a 525 metri sul livello del mare, immerso nel verde incontaminato della Garfagnana.
L’antico castello, dimora dei Corvaia di Seravezza e in seguito dei Porcaresi, venne distrutto durante le guerre tra i Lucchesi e i feudatari della Garfagnana; in seguito Lucca, dopo aver espugnato Verni, lo inserì nella Vicaria di Barga.
Come il resto della Garfagnana, Verni, stanco delle continue scorribande e razzie di Fiorentini e Pisani, decise di darsi spontaneamente agli Estensi, venendo inserito temporaneamente nella Vicaria di Trassilico, suo acerrimo rivale.
Solo nel 1848 verrà assegnato stabilmente al Ducato di Modena, assieme a Gallicano, fino all’unità d’Italia, anno in cui sarà assegnato alla Provincia di Massa e Carrara, come frazione del Comune di Trassilico.
Nel 1923 sarà finalmente restituito a Lucca, tornando così nel suo alveo geografico e culturale.
Nel 1948, in seguito alla soppressione del Comune di Trassilico, Verni diventerà temporaneamente frazione del Comune di Fabbriche di Vallico, per essere poi assegnato al Comune di Gallicano due anni dopo.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi