Header ad
Header ad
Header ad

La lirica che unisce: a Lucca 20 studenti provenienti dagli Stati Uniti

Resterà a Lucca sino al 28 luglio un gruppo di venti studenti di canto lirico provenienti dagli Stati Uniti per lo svolgimento di un prestigioso master che vedrà come docenti importanti cantanti e personalità del mondo della lirica, tra cui Frank D’Ambrosio.

Questa iniziativa, significativamente denominata “Accademia Vocale Malfatti” vuole ricordare la figura e la preziosa opera del Maestro Lorenzo Malfatti, lucchese di Pittsburgh, famoso baritono ed apprezzato docente che per decenni ha portato nella nostra città, nell’ambito delle attività dell’Università di Cincinnati, centinaia di giovani cantanti. Alla sua scomparsa l’iniziativa promossa dall’Università statunitense ha lasciato la nostra città per svolgersi poi a Spoleto.

L’iniziativa è stata presentata questa mattina durante una conferenza stampa che si è svolta a Palazzo Orsetti, alla quale sono intervenuti l’assessora alle Politiche Formative Ilaria Vietina, il presidente dell’Associazione Lucchesi nel Mondo Ilaria Del Bianco, il vicepresidente della Fondazione Banca del Monte di Lucca Giuliano Nieri, il  presidente dell’Associazione Lucchesi nel Mondo di Pittsburgh e coordinatore del progetto Henry De Luca, il docente Frank D’Ambrosio.

L’Accademia  vocale Malfatti è stata voluta e organizzata  dall’Associazione Lucchesi nel Mondo di Pittsburgh, con il coordinamento della Sede centrale dei Lucchesi nel Mondo ed il sostegno della Fondazione Banca del Monte di Lucca cui si è aggiunta importantissima la collaborazione  del Comune di Lucca, dell’Istituto Musicale Boccherini e del Teatro del Giglio. L’intento è stato appunto quello di recuperare un’iniziativa preziosa per la valorizzazione di Lucca quale città della musica e che porta senza dubbio anche importanti riflessi sulla promozione turistica del nostro territorio e sulla sua conoscenza nel mondo.

Si è però desiderato anche collocare questo progetto nel più vasto ambito dell’anno della cultura italiana negli Stati Uniti, sia perché prevede la partecipazione esclusiva di studenti statunitensi, sia perché valorizza uno degli aspetti culturali, la lirica, più inscindibilmente legati alla tradizione dell’Italia, sia in ragione  del flusso emigratorio importantissimo nella quantità e nella qualità che, proveniente da Lucca, ha avuto negli Stati Uniti una delle mete privilegiate.

Martedì 2 luglio inoltre si terrà una cerimonia di accoglienza ufficiale, presso la sede dell’associazione Lucchesi nel Mondo al Castelletto di Porta San Pietro, alla presenza del Sindaco e delle autorità cittadine.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi