Header ad
Header ad
Header ad

Truffe a domicilio: se ne è parlato in un convegno a Lucca

Truffe a domicilio, importante giornata di prevenzione grazie a 50 & Più, Unicredit e Polizia di Stato

E’ stato un convegno molto costruttivo, quello andato in scena venerdì scorso a Palazzo Sani, sede di Confcommercio, avente come tema i suggerimenti su come evitare le truffe, telematiche e a domicilio, sempre più frequentemente messe a segno ai danni di attività commerciali e privati cittadini, soprattutto anziani.

Ad organizzarlo la sezione provinciale della “50 & Più”, associazione di Confcommercio che racchiude persone di età superiore ai 50 anni di età, commercianti e non, presieduta da Antonio Fanucchi, in collaborazione con la banca Unicredit e la Polizia di Stato.

Quantificabile in alcune decine il numero dei presenti, alle quali l’autorevole parterre di relatori, a partire Paolo Pianigiani, Cso Italy Office Security Department Unicredit Spa, e da Virgilio Russo, vice questore aggiunto della Questura di Lucca, ha illustrato le tante e sempre diversificate tecniche adottate dai malviventi, spesso dall’aria insospettabile, per ingannare le persone e impossessarsi in maniera illecita del loro denaro, come ad esempio telefonate con domande per estorcere dei “sì” che poi diventano l’accettazione di salata proposte commerciali o, in tema di truffe “a domicilio”, l’invenzione di finti rapporti di amicizia con figli o parenti di qualche anziano che diventano poi il pretesto, sotto forma di consegna di denaro, per raggirare qualche persona anziana.

Il pubblico presente in sala ha seguito con grande attenzione quanto detto e, a sua volta, posto diverse domande specifiche, basata su esperienze dirette o raccontate da amici e conoscenti, dimostrando quanto sentita, delicata e importante sia la questione. L’incontro di venerdì scorso è rientrato in un progetto di respiro nazionale promosso da Unicredit e Polizia di Stato, che la sezione provinciale della 50 & Più ha subito recepito e fatto suo.

Il presidente Antonio Fanucchi ringrazia sentitamente Unicredit e Polizia di Stato per lo spirito di attenzione e collaborazione dimostrati. “Quello sulla sicurezza delle persone, e in modo particolare degli anziani – afferma Fanucchi –, è un tema molto sentito da parte della nostra associazione e posso assicurare che quella di venerdì scorso è stata solo la prima tappa di un percorso che intendiamo portare avanti in maniera sempre più approfondita, così da fornire a tutti i diretti interessati gli strumenti giusti per potersi difendere adeguatamente”.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi