Header ad
Header ad
Header ad

Orto Botanico: inaugurati i percorsi multisensoriali per non-vedenti

LUCCA – Inaugurazione ufficiale  per due percorsi  all’Orto Botanico di Lucca, realizzati con l’obiettivo di accelerare il passo verso un turismo accessibile offrendo una vasta gamma di servizi mirati in grado di soddisfare le aspettative e di creare un ambiente accogliente e funzionali per tutti gli ospiti.

Al taglio del nastro hanno partecipato il Prefetto di Lucca Giovanna Cagliostro, il Sindaco Alessandro Tambellini, il presidente di Opera delle Mura Alessandro Biancalana e Alessandro Rossetti dell’Unione Italiana Ciechi. Dopo il taglio del nastro tutti i presenti sono stati accompagnati alla scoperta dei due percorsi. Alla cerimonia inaugurale ha preso parte anche di un gruppo musicale costituito da studenti del Liceo Musicale “A.Passaglia”.

L’Orto Botanico, grazie al progetto diretto da Marcella Matelli, da oggi amplia la propria offerta museale con percorsi multisensoriali strutturati dedicati principalmente a coloro che sono affetti da patologie visive. I percorsi sono stati realizzati grazie alla sinergia tra Amministrazione comunale e Opera delle Mura che, recependo le linee guida per il superamento delle barriere architettoniche nei luoghi d’interesse culturale, hanno scelto di rendere lo l’orto Botanico, per lo straordinario patrimonio di indubbio interesse culturale, storico e scientifico, ancor più accessibile e fruibile.

Il progetto, che consiste nella realizzazione di percorsi multisensoriali appositamente adeguati, intende avvicinare i visitatori non vedenti o ipovedenti alla ricchezza del mondo vegetale che l’Orto botanico ospita e allo stesso tempo, stimolare forme di conoscenza non solo visiva in ogni tipo di visitatore attraverso tatto, gusto, olfatto e udito.

Complessivamente sono stati realizzati 2 tracciati ,  che percorrono il primo tutto l’Orto, il secondo l’area della Scuola botanica, in corrispondenza di quelle parcelle sino ad oggi non utilizzate.

Le persone, in particolare quelle  affette da disabilità  visive, possono fruire del primo tracciato che si snoderà all’interno dell’Orto e farà tappa presso gli alberi monumentali o di particolare interesse. In questo caso può essere prevista la presenza di un accompagnatore che provvederà alla presentazione delle caratteristiche più significative delle specie esposte, guiderà la conoscenza degli alberi attraverso il tatto in tutte le loro parti raggiungibili, presenterà un modellino bidimensionale predisposto in scala 1:100, indicherà la presenza dei pannelli in braille con le informazioni sintetiche riguardanti le singole specie.

Il secondo percorso propone diverse specie scelte in relazione a rarità, utilizzo, forma, aroma, adattamento. Presenti sul sentiero anche specie di idrofite, ovvero le specie acquatiche. Può essere fruito quasi in piena autonomia grazie alla apposizione di   guida-mano in legno, segnali di posizionamento, contenitori rialzati, mattonelle tattili, fascia in rilievo guida bastone e pannelli in braille.

Per entrambi i percorsi sarà fornito, per coloro che intendono inoltrarsi in questa avventura in modo più autonomo, un sussidio speciale costituito da un lettore MP3 dotato di file numerati che guidano il visitatore grazie ad indicazioni studiate appositamente per questa funzione.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi