Header ad
Header ad
Header ad

L’organo ancora protagonista al Cantiere della Musica FLAM

L’organo ancora protagonista al Cantiere della Musica FLAM

Silvano Rodi fa risuonare armonie fra cielo e terra

Il concerto venerdi 17 maggio alle 18,30 – ingresso libero

Prosegue il ciclo “Armonie fra cielo e terra”, la pagina del Cantiere della Musica FLAM dedicata ai concerti di organo. Venerdì 17 maggio l’organista Silvano Rodi si esibirà nella Cattedrale di San Martino, a Lucca, alle 18,30. L’ingresso è libero. Rodi suonerà un programma completamente italiano, dedicato proprio alle sonorità specifiche dell’organo della Cattedrale di Lucca, intitolato “L’organo tra decadenza e riforma in Italia”, che comprenderà musiche di G. Morandi, V. Petrali A. Ascenzo, F. Capocci, E. M. Bossi, O. Respighi e A. Esposito. Prosegue dunque con un concerto in cui saranno presentate vere e proprie rarità musicali la IX edizione del Cantiere della musica, realizzatacon il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, della Fondazione Banca del Monte di Lucca, della Provincia di Lucca e del Comune di Lucca.

Silvano Rodi, ventimigliese, si è diplomato in clavicembalo, organo e composizione organistica al conservatorio “N. Paganini” di Genova. Accademico della “Cumpagnia de Ventemugliusi”, dal 1987 è organista titolare della Chiesa di Santa Devota del Principato di Monaco ed organista onorario della Collegiata S.Giovanni Battista di Imperia-Oneglia. Ha tenuto concerti in Italia ed in tutta Europa, ed ha inciso numerosi cd. Nel 1994 ha fondato l’Istituto di Musica Sacra “Can. G.M. Gogioso” della diocesi di Ventimiglia-San Remo, di cui è stato direttore ed insegnante fino al 2000. Dal 1998 insegna organo al Conservatoire Départemental de Musique des Alpes-Marittimes a Nizza (Francia), ed è titolare di cattedra dal 2006.

Il prossimo appuntamento del Cantiere della Musica è sabato 1 giugno. Nel duomo di Pietrasanta (Lucca) verrà eseguita la “Petite Messe Solemnelle” di Rossini. Tutte le informazioni sono su www.flamlucca.it.

La Federazione Lucchese delle Associazioni Musicali – FLAM

La Federazione Lucchese delle Associazioni Musicali, vivace protagonista del panorama culturale e musicale della provincia di Lucca fin dal 1998 sotto la precedente denominazione di Federazione delle Associazioni Musicali Lucchesi, ha realizzato nel corso degli anni prestigiose stagioni concertistiche quali il Festival di Musica Sacra del 1998, i Percorsi Musicali di un Millennio del 2000, la Stagione musicale della Città di Lucca 2001-2002, le stagioni Suoni di una Città. Si sono succedute serate di musica sinfonico-corale sacra, di musica operistica, sinfonica, da camera, concerti d’organo e spettacoli di musica antica con la partecipazione di artisti affermati e di giovani promesse. Sono state organizzate conferenze di presentazione e incontri con gli artisti. Il tutto con uno straordinario successo di pubblico e di critica.

Dal 2005 la Flam assegna un riconoscimento, simboleggiato da una Chiave di Violino in bronzo realizzata dal Maestro Pegonzi, ad una personalità cittadina che si è distinta per aver contribuito alla diffusione della cultura e della musica. Negli anni la Chiave è stato consegnata: nel 2005 ex aequo alla Provincia di Lucca, Fondazione CRL e Fondazione BML, nel 2006 al Maestro Giani Luporini, nel 2007 all’avvocato Giovanni Cattani, nel 2008 al Maestro Herbert Handt, nel 2009 alla memoria dell’ingegner Gian Carlo Giurlani, nel 2010 alla memoria di Monsignor Emilio Maggini, nel 2011 al professor Paolo Mencacci e nel 2013 alla memoria del professor Romano Silva.

Il Cantiere della Musica

Nel 2004 la Federazione ha ideato questo nuovo festival dal titolo “Il Cantiere della Musica – Viaggio musicale alla scoperta della provincia di Lucca”. Il progetto è particolarmente impegnativo e consistente: il comitato formato dai direttori artistici delle Associazioni aderenti ha elaborato un calendario vasto ed eterogeneo che soddisfi gusti diversi e si accosti a un pubblico multiforme cui è destinata una programmazione articolata su ventidue manifestazioni destinate all’intero territorio della Provincia di Lucca.

Musica da camera e lirica, opere da camera, musica orchestrale e drammi sacri, concerti d’organo, concerti jazz e dedicati ai giovani si succedono con l’intento di avvicinare a questo repertorio il numero più ampio possibile di persone, ma anche di valorizzare tanti luoghi ed edifici splendidi e di importante valore storico e artistico. I concerti d’organo, in particolare, sono realizzati su significativi organi storici della Lucchesia.

Promotrice principale del Festival, insieme alla Federazione delle Associazioni, è l’Amministrazione Provinciale di Lucca, che ha reso possibile la realizzazione di un’iniziativa così impegnativa e ambiziosa grazie anche alla collaborazione dei Comuni della Versilia, Alta Versilia, Piana di Lucca, Mediavalle, Garfagnana coinvolti, e al fondamentale supporto della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e della Fondazione Banca del Monte di Lucca, che fin dall’inizio hanno aderito con entusiasmo al progetto.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi