Header ad
Header ad
Header ad

A Palazzo Ducale: “Band musicali a Lucca, storie degli anni ’60 e ‘70”

Inaugurata a Palazzo Ducale la rassegna fotografica dedicata alle band musicali a Lucca negli anni ’60 e ’70

E’ un omaggio alla musica degli anni ’60 e ’70, e al tempo stesso alla città di Lucca in particolare, la mostra fotografica inaugurata martedì scorso, a Palazzo Ducale, alla presenza dell’assessore provinciale Federica Manieri e degli organizzatori.  L’iniziativa – corredata anche dalla presentazione del libro curato da Paolo Lucchesi e da una serie di proiezioni cinematografiche in programma in S. Micheletto – è promossa dall’Associazione Nuovo Latino col patrocinio di Provincia e Comune di Lucca in collaborazione con il Circolo del Cinema di Lucca. Tra gli obiettivi dell’associazione Nuovo Latino, presieduta da Alessandro Orsi, c’è proprio quello di sviluppare un movimento artistico-culturale dando risalto a iniziative legate al territorio locale e ai personaggi lucchesi.

La rassegna fotografica “Band musicali a Lucca, storie degli anni ’60 e ‘70” – che rimarrà visitabile ad ingresso libero fino a domenica 19 maggio – è una ricca carrellata di immagini che ripercorre uno spaccato dell’attività dei gruppi musicali a Lucca negli anni ’60 e ’70 e di alcuni musicisti noti che si sono esibiti nei locali di Lucca e della Versilia, con alcuni scatti che faranno felici i cultori di quest’epoca storica: Mina che si esibisce allo “Chalet dei Tigli”, locale cult sulle rive del Serchio in via della Scogliera, il famoso trombettista americano Chet Baker davanti a un negozio del centro storico, un momento di un concerto del “Quartetto di Lucca”, un’immagine del direttore d’orchestra Renato Serio  all’epoca componente del complesso “I Valiant”, e altre foto che ritraggono gruppi quali i “Gian Rama”, “I Nomadi di Lucca”, “I Milionari”, “Gli Eremiti”, “I Mings”. Tutte immagini che Paolo Lucchesi ha recuperato i due anni di ricerche tra studi fotografici, appassionati di musica e del periodo storico, associazioni, musicisti e componenti delle band dell’epoca. Non mancano, nella rassegna, le copertine di alcuni 45 giri incisi dai gruppi lucchesi in quegli anni e alcuni manifesti ufficiali delle prime edizioni dei “Comics”.

Parallelamente alla mostra fotografica è stata organizzata anche una serie di proiezioni di film, nel complesso di S. Micheletto, promossa dal Circolo del Cinema di Lucca e dall’Associazione Nuovo Latino intitolata “Sull’onda degli anni ’60 – cinema e rock”. Dopo la proiezione di “Stop making sense“ tenutasi lunedì scorso, i prossimi appuntamenti sono: il 16 maggio con il film “Cinque pezzi facili” di Bob Rafelson (pellicola americana del 1970), il 20 maggio con “Pink Floyd a Pompei” di Adrian Maben (Francia – 1972) e il 27 maggiocon “Sympathy for the devil” di Jan Luc Godard (film inglese del 1968).

La mostra fotografia – ad ingresso libero – sarà aperta dal lunedì al venerdì con orario 9.00 – 19.00, mentre il sabato e i giorni festivi dalle 16.00 alle 19.00.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi