Header ad
Header ad
Header ad

Al Teatro Differenti la storia pubblica e la vita privata di Tolstoj

Al Teatro Differenti per il finale di stagione la storia pubblica e la vita privata di Tolstoj, in una drammaturgia originale della compagnia Altredestinazioni teatro. Lo spettacolo fa parte del cartellone unico della rete dei Teatri della valle del Serchio.

Barga – Si chiude la stagione di prosa del Teatro dei Differenti il prossimo sabato 20 aprile, ore 21.15, in scena Settemilanovecento meli Storia di Sof’ja e Lev Tolstoj. Si raccontano i primi anni di matrimonio tra Sof’ja e Lev Tolstoj, la nascita della loro relazione e la complessità del loro rapporto. Protagonisti Elisa Proietti e Luigi Ragoni. Lo spettacolo fa parte del cartellone unico della rete dei Teatri della valle del Serchio.

Quella dei meli è una presenza costante nella biografia di Lev. Molti sono i riferimenti ai meli che si trovano nei diari e nelle lettere fino al 1903. Inaugurato dalla madre, il meleto è costantemente incrementato da Tolstoj che nel 1903 pianta personalmente, nella tenuta di Jasnaja Poljana, 7900 meli arrivati dall’Italia: un gesto tipico per il grande scrittore, per il quale sembra sempre assolutamente necessario andare fino alla radice di ogni storia.

Lo spettacolo, inserito da Fondazione Toscana Spettacolo nel circuito regionale Giovani Compagnie, è il tentativo di cogliere sul nascere e illuminare i primi anni del matrimonio tra il già affermato trentaquattrenne, Lev, e la diciottenne Sof’ja attraverso un corto circuito tra i diari e le opere letterarie. Un tentativo di immaginare la vita di una coppia che molto fece parlare e al contempo di scoprire come quella vita si innesti nell’immaginazione del grande scrittore.

Gli studi apparsi negli ultimi anni hanno rivalutato la figura di Sof’ja che per molto tempo ha risentito dell’immagine di ‘isterica’ che si era guadagnata durante gli ultimi anni di vita di Tolstoj, nel tentativo di mantenere alla famiglia i diritti d’autore delle opere. Quella che appare è una donna intelligente, con ambizioni artistiche che precedono l’incontro con Tolstoj. Una donna che pur amando profondamente il proprio compagno e ammirandone il genio rivendica comunque una propria autonomia. Una donna capace di sopravvivere (letteralmente) nel dare al proprio compagno tredici figli ma anche capace di lottare per mantenere salda una complicata gestione familiare. Lo spettacolo racconta le loro vicende fino alla notte in cui, per la prima volta, Lev Tolstoj si allontana volontariamente dalla propria casa e dalla propria famiglia.

Lo spettacolo è interpretato da due giovani provenienti dalla Scuola d’Arte Drammatica P. Grassi di Milano. Elisa Proietti ha recitato con Massimo Navone, Jean-Claude Penchenat, e Mimmo Sorrentino. Luigi Ragoni è stato diretto da Massimo Navone, Maurizio Smidht e Eleonora D’Urso. La regia è di Lorenzo Maria Mucci.

 

Info e prevendita (biglietti in prevendita da 10 a 20 euro): Ufficio Cultura allo 0583724791 (dalle 9 alle 13 dal lunedì al sabato); Email:cultura@comunedibarga.it

 

Il Teatro dei differenti è anche su Facebook

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi