Header ad
Header ad
Header ad

Crisi globale e crescita sostenibile: è possibile una rivoluzione nei consumi?

Previsti crediti per i partecipanti degli ordini degli avvocati e dei commercialisti

Crisi globale e crescita sostenibile: è possibile una rivoluzione nei consumi?

Giovedì 18 aprile il seminario alla Fondazione BML

Crisi globale e crescita sostenibile: è possibile una rivoluzione nei consumi? Intorno a questa domanda fondamentale per la congiuntura economica che stiamo vivendo, si articoleranno le relazioni dei quattro esperti di fama nazionale che giovedì 18 aprilealle 16 prenderanno parte al seminario organizzato dalla Fondazione Banca del Monte di Lucca nel proprio auditorium al numero 7 di piazza San Martino.

Globalizzazione. Crescita sostenibile. È possibile una rivoluzione nei consumi?”: è questo il titolo dell’incontro realizzato in collaborazione con Scudo Consulting & Training e Associazione Industriali di Lucca che è stato presentato ieri mattina (martedì 9 aprile) in una conferenza stampa a cui sono intervenuti Alberto Del Carlo, presidente della Fondazione Banca del Monte di Lucca, e Andrea Casali, Presidente di Scudo Consulting & Training.

La crisi che stiamo vivendo può essere un momento importante di riflessione sulla possibilità di una rivoluzione culturale dei consumi nell’ottica di una crescita sostenibile e di un cambiamento più profondo nel nostro modo di vivere e nella qualità della nostra vita – ha detto il presidente Del Carlo ‒. Se i consumatori, sia pubblici che privati, riuscissero a imporre nuovi e più sostenibili tipi di consumi, la produzione sarebbe costretta ad adeguarsi, originando un nuovo tipo di economia. È per riflettere su tutto questo, ed avere autorevoli suggerimenti in materia, che la Fondazione BML organizza questo incontro”.

I relatori del convegno, come ha aggiunto il dottor Andrea Casali, sono tutti esperti del settore e conosciuti a livello nazionale: il dottor Luigi Accattoli, vaticanista e collaboratore del Corriere della Sera, tratterà del ruolo della Chiesa nell’attuale rivoluzione dei consumi; Fabrizio Galimberti, editorialista del Sole-24 Ore e grande divulgatore economico, porterà la sua esperienza di profondo conoscitore di economia politica; Luigi Lazzareschi, Amministratore Delegato Sofidel, presenterà le scelte di sostenibilità ambientale intraprese dalla sua azienda; Alessandro Volpi, professore di storia contemporanea all’università di Pisa e autore della “Storia della finanza italiana”, offrirà una sua lettura dell’attuale sistema economico-politico, con uno sguardo al futuro.

Il seminario, a numero chiuso e a partecipazione gratuita, è stato accreditato dall’Ordine degli Avvocati della Provincia di Lucca e dall’Ordine dei Commercialisti ed Esperti Contabili di Lucca. Per iscrizioni contattare la Segreteria Organizzativa Scudo Consulting & Training: tel. 0583.316401, fax 0583.418368, segreteria@scudo.org.

SCHEDE BIOGRAFICHE

Luigi Accattoli è giornalista, scrittore e conferenziere. Nato a Recanati (Macerata) nel 1943, vive a Roma. Ha lavorato a “Repubblica” dal 1976 al 1981 e al “Corriere della Sera” dal 1981 al 2008. Collabora con il “Corriere della Sera”, con il quotidiano “Liberal” e con la rivista “Il Regno”. E’ autore del volume Giovanni Paolo. La prima biografia completa, San Paolo 2006 (una prima edizione di questo lavoro, Karol Wojtyla. L’uomo di fine millennio, San Paolo 1998, era stata tradotta in nove lingue). Altre pubblicazioni: Quando il Papa chiede perdono. Tutti i mea culpa di Giovanni Paolo II, Leonardo 1997 (tradotto in otto lingue e ripubblicato nel 1999 negli Oscar Mondadori); Solo dinanzi all’unico. A colloquio con il priore della Certosa di Serra San Bruno, Rubbettino 2011; Cerco fatti di Vangelo 3, Edb 2012. I mass media, la famiglia, la vita cristiana nella città secolare sono gli argomenti della sua attività di conferenziere. E’ coordinatore del blog d’autore www.luigiaccattoli.it.

Fabrizio Galimberti è un autorevole giornalista e divulgatore economico, editorialista de “Il Sole 24 Ore”, ha lavorato a Parigi all’OCSE, a Torino per laFiat e a Roma per ilMinistero del Tesoro. Tra le sue pubblicazioni, segnaliamo in particolare “Economia e pazzia” e “L’economia spiegata a un figlio”. Galimberti è particolarmente apprezzato, oltre che per la sua competenza e lucidità di pensiero, anche per la sua chiarezza espositivae la sua abilità divulgativa. Egli riesce, con un linguaggio piacevole e ricco di riferimenti e citazioni, a rendere accessibili anche ad un pubblico non specialistico gli spesso complessi ed articolati ragionamenti e schemi logici dell’economia politica. Il volume “SOS Economia” conferma pienamente quanto riconosciuto a Galimberti: una lucida e attenta analisi della crisi economica e finanziaria (“All’inizio fu chiamata crisi dei mutui, poi crisi finanziaria, poi allungò ancora i tentacoli e divenne crisi economica”) spiegata attraverso concetti semplici e con un linguaggio piacevole, a tratti “divertente”. E per sottolineare l’ulteriore tentativo di accessibilità, l’autore ha voluto corredare il testo da un glossario dei termini più tecnici.

Luigi Lazzareschi, nato a Pescia (PT), il 13 febbraio 1963, è Amministratore Delegato e membro del Consiglio di Amministrazione di tutte le società italiane ed estere del Gruppo Sofidel, sesto produttore al mondo (secondo in Europa) nel settore del tissue (carta per uso igienico e domestico). MBA alla U.S.C. (University of South Carolina) con major in marketing e minor in management science, nella sua permanenza negli Stati Uniti ha avuto modo di approfondire anche la propria cultura sulla produzione della cellulosa e della carta, con stage di lavoro presso le più importanti aziende del settore. Rientrato in Italia nel 1987, dopo un anno di esperienze nelle varie funzioni aziendali, nel 1988 assume la Direzione marketing. Negli anni seguenti getta le basi per il successo commerciale della marca Regina ed è promotore di una serie di iniziative che consentono al Gruppo Sofidel di raggiungere la prima posizione tra gli esportatori italiani del settore. Nel 1993, con la morte del padre Giuseppe (cofondatore insieme a Emi Stefani, attuale Presidente, del Gruppo Sofidel) ne rileva la responsabilità nei vari consigli di amministrazione e nelle aree strategiche dallo stesso precedentemente detenute. E’ lui a guidare la nuova fase di espansione e internazionalizzazione del Gruppo attraverso nuovi investimenti sia in Italia che all’estero, che portano Sofidel negli anni Duemila ad essere, tramite acquisizioni o realizzazioni da greenfield, il secondo player in Europa. Nel contempo compie un’altra scelta strategica decidendo di fare della sostenibilità una fondamentale leva di sviluppo e di innovazione per il Gruppo. E’ del 2008 l’avvio, prima azienda italiana e prima al mondo nel settore del tissue, della partnership con il WWF all’interno del programma Climate Savers con il quale Sofidel, su base volontaria, fissa obiettivi di riduzione delle proprie emissioni di CO2 che vanno ben oltre gli impegni assunti dai paesi aderenti al Protocollo di Kyoto e, più di recente, dall’Europa. Nel settembre del 2012 un nuovo passo storico: l’ingresso di Sofidel sul mercato statunitense, il principale al mondo nel settore. E’ il coronamento di un lungo percorso che rafforza ulteriormente la dimensione multinazionale del Gruppo che ha oggi 27 società presenti in 13 Paesi – Italia, Spagna, Svezia, Regno Unito, Belgio, Francia, Croazia, Germania, Polonia, Romania, Grecia, Turchia e USA –, 5000 dipendenti e un fatturato consolidato superiore al miliardo e mezzo di euro. Luigi Lazzareschi è membro del board dell’Ets (European Tissue Symposium), del Comitato di presidenza di Assocarta ed è vice presidente dell’Associazione Industriali di Lucca con delega alla sostenibilità. Dall’agosto 2012 è invitato permanente del Comitato Tecnico per l’ambiente di Confindustria. Siede nel Consiglio di Amministrazione della Fondazione Giuseppe Lazzareschi Nell’aprile del 1999 è stato nominato Cavaliere Ufficiale della Repubblica Italiana e, nel maggio del 2003, Commendatore della Repubblica Italiana.

Alessandro Volpi

Laureato in Scienze politiche presso l’Università di Pisa, ha continuato gli studi presso la Fondazione Luigi Einaudi di Torino, il Museo della Scienza di Firenze e il Gabinetto Vieusseux di Firenze. Dopo aver conseguito il titolo di dottore di ricerca in Storia contemporanea, è docente di Storia contemporanea e di Geografia politica ed economica della Facoltà di Scienze politiche dell’università di Pisa. È titolare di insegnamento anche presso il Corso di Laurea in Scienze del Turismo di Lucca e presso il Corso di Laurea in mediazione linguistica di Pisa. Ha insegnato presso la S. Superiore S. Anna di Pisa, presso l’Accademia Navale di Livorno e presso il Corso di Logistica e legislazione dei trasporti di Livorno. È presidente dei Corsi di laurea in Scienze politiche e relazioni internazionali dell’Università di Pisa. Ha insegnato presso numerosi Master e corsi di perfezionamento in varie sedi universitarie italiane e ha pubblicato una quindicina di monografie dedicate alla cultura politica dell’Ottocento e alle tematiche della storia economica e dell’economia contemporanea (tra cui “Breve Storia del mercato finanziario italiano”, Roma, Carocci, 2004, “Commercio e circolazione delle idee”, Pisa, Pacini, 2008, “La fine della globalizzazione?”, Pisa, Bfs, 2007, “Mappamondo postglobale”, Milano, Terre di mezzo, 2008, “Una crisi tante crisi”, Pisa, Pacini, 2009, “Dizionario della crisi per ignoranti colti”, Transeuropa 2010) e oltre un centinaio di articoli in riviste specializzate. Si è occupato anche di storia locale, pubblicando una “Breve storia della Toscana”, una “Breve storia di Carrara”, entrambe per la casa editrice Pacini ed un volume dedicato all’”Immagine del marmo nella cultura europea dell’Ottocento e del primo Novecento”. Collabora con “Il Tirreno” e con vari periodici (Nigrizia, Altraeconomia, Valori) ; è stato membro del Comitato di Indirizzo della Fondazione Cassa di risparmio di Carrara; è stato membro del comitato scientifico dell’Istituzione Nord-Sud della Provincia di Pisa ed è responsabile scientifico del Tavolo Africa del Centro di studi regionale CIRPAC. Dal 2008, dopo essere stato eletto in Consiglio Comunale nella lista Impegno per Massa, è assessore al Bilancio, alle Finanze e al Patrimonio del Comune di Massa.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi