Header ad
Header ad
Header ad

Dance Meeting a Lucca

Al nastro di partenza il “Dance Meeting” che sarà ospitato per la prima volta dalla città di Lucca grazie all’impegno dell’Assessorato alla Cultura del Comune, del Teatro del Giglio e dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “Luigi Boccherini“. La manifestazione prevede un variegato programma cui hanno aderito oltre mille ballerini in rappresentanza di ben novanta scuole di danza italiane.

L’appuntamento è per il 6 e 7 aprile al Teatro del Giglio per gli spettacoli e i concorsi, nelle piazze della città per le “incursioni”, performance tra musica e danza a cura dei giovani musicisti dell’Istituto Boccherini con i danzatori del Codarts di Rotterdam, ma anche a Villa Bottini dove sono state programmate moltissime lezioni offerte da docenti di fama internazionale.

Da sempre infatti il Dance Meeting è un’occasione privilegiata per mettere in campo il proprio talento in un contesto di alta qualità. A garanzia di questa scelta sarà la presenza di rappresentanti di grandi istituzioni della didattica della danza attive a livello mondiale e di famosi interpreti come i primi ballerini del Royal Ballet, Melissa Melissa Hamilton e Dawid Trzensimiech, che nell’anteprima gala interpreteranno uno dei più amati passi a due del repertorio classico, “il cigno bianco” (Lago dei Cigni atto secondo).

Nel gala, oltre ai finalisti dei concorsi Eurocity e Coreografie d’Autore saranno ospitati i danzatori olandesi del CODARTS che danzeranno una coreografia di Nacho Duato (direttore della compagnia Mikhailovsky Theatre di San Pietroburgo) “Rassemblement” e “noGround” una creazione di Regina van Berkel, artista emergente dell’Aja.

La città di Lucca è un palcoscenico naturale e farà da sfondo per le “Incursioni“. La loggia di Palazzo Pretorio, Piazza Anfiteatro, ed altri luoghi simbolo saranno infatti lo scenario ideale per incursioni e performance di danza, che nascono dalla collaborazione tra i ballerini del Codarts di Rotterdam e i giovani musicisti dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “Luigi Boccherini”, programmate e ripetute a vari intervalli, per un totale di circa 80 esibizioni complessive. Il coordinamento è stato affidato a Sanja Hasagic coreografa serba che vanta una lunga esperienza in tema di “happening open door”, è stata infatti per molti anni direttrice del Festival internazionale per le arti della scena di Sarajevo.

La manifestazione ha il patrocinio della Confcommercio di Lucca, del Centro Commerciale città di Lucca, della Fidapa, del Soroptimist E’ inoltre organizzata in partenariato con CND Corse e la CND PACA. Tra le varie iniziative merita una particolare menzione il concorso “Io disegno la danza”. I bambini delle scuole elementari di Lucca hanno realizzato oltre cento bellissimi disegni sul tema della danza che saranno esposti, in collaborazione con Confcommercio, nelle vetrine del centro per salutare i partecipanti. Una giuria di esperti ha scelto il disegno di Arianna Sweetman che frequenta la classe seconda nella Scuola Primaria Giovanni Pascoli Lucca per realizzare il manifesto del
Dance Meeting Lucca 2013“.

Villa Bottini sarà la base operativa del Dance Meeting Lucca 2013, la tappa obbligata dei partecipanti per la registrazione prima dei concorsi ma anche il luogo deputato per occasioni privilegiate di studio. Saliranno infatti in cattedra docenti di chiara fama che non capita mai di incontrare nel nostro paese.

Dal Belgio arriverà per la prima volta NONO coreografo e danzatore hip-hop che ha fondato a Bruxelles la sua compagnia “Dessources”. Per la danza contemporanea è particolarmente attesa la lezione di Sanja Hasagic, coreografa e danzatrice di Sarajevo adesso coordinatrice del dipartimento coreografico della Codarts di Rotterdam. Per gli altri docenti l’organizzazione ha attinto dalla giuria dei concorsi e coinvolto quindi Samuel Wuersten (direttore artistico dell’Holland Dance Festival), Tadeusz Matacz (direttore Accademia di Stoccarda), Jan Broeckx (Direttore Accademia di Monaco di Baviera), Kathryn Wade (fondatrice dell’English National Ballet School), Michele Pogliani (coreografo).

Sempre a Villa Bottini saranno esposti scatti d’autore di Paolo Bonciani,una retrospettiva da Rudolf Nureyeev a Roberto Bolle.Paolo Bonciani si è rivelato uno degli interpreti più sensibili ed attenti in campo nazionale e ha raccolto nel tempo innumerevoli premi e riconoscimenti a livello nazionale ed internazionale per le sue fotografie sul tema della danza.

Collabora come freelance per alcuni periodici italiani, lavora nel mondo della danza per le principali compagnie e gli artisti più importanti del settore, collabora con “Dance news” ed “Il giornale della danza”.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi