Header ad
Header ad
Header ad

La musica del lucchese Federico Favali a Venezia e Berlino

Un mese dopo una serata di gala a Buenos Aires aprirà la tournée in Sud America

La musica di Federico Favali a Venezia e Berlino

Mercoledì 6 marzo “Oceano of time” del giovane compositore lucchese risuonerà nella laguna

 A Lucca, ma musica è nell’aria. Continua a riscuotere successo, in Italia e all’estero, la musica del giovane compositore lucchese Federico Favali. Dopo vari concerti in Argentina lo scorso autunno, nuove esecuzioni della sua musica sono in programma a Venezia ed a Berlino. Nella Scuola di San Giovanni Evangelista della città lagunare il 6, 10, 13, e 20 marzo sarà eseguito “Ocean of time” per coro a cappella. Il giovane musicista sta lavorando anche ad un brano per baritono e pianoforte che sarà eseguito il prossimo 11 maggio nella nostra città, per la precisione all’oratorio degli angeli custodi, sede della stagione concertistica “I Concerti degli Angeli Custodi”. Il concerto, realizzato dall’associazione omonima insieme all’associazione “Cluster – Lucca compositori europei”, sarà replicato il 2 giugno nella chiesa di St. Lukas a Berlino. Il programma prevede musiche anche dei compositori lucchesi Girolamo Deraco e Francesco Cipriano.

Fra i successi recenti del musicista lucchese c’è l’ammissione al prestigioso King’s College di Londra, dal prossimo settembre, per perfezionare i suoi studi in composizione. Nei mesi di marzo ed aprile, il giovane maestro sarà in Sudamerica per una tournée di concerti che prenderà il via il 6 aprile con una serata di gala a lui dedicata che si terrà nel Salon Dorado della società italiana “Union y Estrella” a Lomas de Zamora (Buenos Aires).

“Sentire eseguita la propria musica nella città dove si vive – ha commentato Favali – è sempre un’emozione speciale. Naturalmente sono molto contento del fatto che la mia musica venga eseguita molto anche all’estero. Ho tante note ancora da scrivere! Recentemente mi è stato commissionato un pezzo che sarà eseguito il prossimo novembre a Yogyakarta, in Indonesia”.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi