Header ad
Header ad
Header ad

Uomo, cultura, natura: a Lucca “I giorni della scienza”

Affrontare i grandi temi che caratterizzano il nostro tempo e fornire strumenti di comprensione. Questa l’idea alla base de “I giorni della Scienza” un ciclo di incontri che si terrà a Lucca rivolti in particolari agli studenti.  Tre giorni per approfondire, scoprire e analizzare una lunga serie di aspetti legati alle scienze sociali, alla scienza in generale, all’etica. Il programma della manifestazione è stato illustrato questa mattina a Palazzo Orsetti l’assessore alla Cultura Patrizia Favati, l’organizzatore dell’evento Glauco Strappaghetti, il dirigente scolastico dell’ITI E.Fermi Donatella Buonriposi, il dirigente scolastico del Liceo Scientifico A.Vallinseri Monica Ceccherelli, il presidente dell’Associazione il Vallisneriano Carlo Volpi.

“Il ciclo di incontri è rivolto a tutti quelli che, con curiosità intellettuale, si pongono domande sul rapporto uomo-cultura-natura-scienza e, in particolar modo, ai giovani che abiteranno un mondo sempre più tecnologico – ha spiegato l’assessore Favati salutando gli intervenuti e ringraziando le diverse realtà che rendono possibile l’iniziativa.

Il primo incontro, che si svolgerà giovedì 21 febbraio alle ore 17 presso l’Istituto Musicale Boccherini,  tratta un tema di grande attualità a livello planetario:quello della limitatezza delle risorse della Terra a fronte di una domanda sempre maggiore della popolazione mondiale che continua a crescere. Ne parlerà Stefano Bartolini economista dell’università di Siena ,che tratterà il tema passando in rassegna  i grandi attuali problemi derivanti dall’utilizzo irrazionale dell’acqua, dell’aria, dell’energia ,delle materie alimentari e dando indicazioni per un modus virtuoso di approccio alla gestione di questi problemi.

Il secondo appuntamento è per Venerdì 15 marzo alle ore 17 presso il Teatro San Girolamo. Antonio Ereditato, direttore di un team di 150 fisici che al Cern di Ginevra hanno condotto di recente esperimenti sui neutrini, parlerà di uno dei settori più avanzati della fisica:quello delle particelle e astroparticelle.
Marco Majrani, infine, tratterà della aerostatica e delle importanti ricadute  in campo meteorologico, geologico, chimico e fisico che questa disciplina ha avuto sullo sviluppo della scienza del ‘700 e ‘800. Parlerà, essendone il maggior conoscitore, di un nostro illustre concittadino: Vincenzo Lunardi che,con i suoi esperimenti e le sue ascensioni ,dal 1784 in poi,ha dato inizio all’avventura dell’uomo nello spazio. L’incontro si svolgerà Venerdì 19 aprile presso Villa Bottini. Per l’occasione sarà allestita una mongolfiera, in onore a Lunardi.

L’aspetto innovativo di questo ciclo di eventi è rappresentato dal coinvolgimento in forma attiva ai medesimi di studenti e docenti degli istituti di scuola media superiore ad indirizzo scientifico del Comune:Liceo Scientifico A.Vallisneri e ITI E.Fermi, che integrerannole conferenze dei relatori con propri interventi. Altro aspetto innovativo di organizzazione degli eventi è quello di “rete” e cioè del coinvolgimento di una pluralità di soggetti all’iniziativa: docento, studenti, associazioni, istituzioni scolastiche che potranno interagire sinergicamente

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi