Header ad
Header ad
Header ad

Paolo Rossi a Barga

mercoledì 6 febbraio, ore 21.15

Paolo Rossi in

L’AMORE È UN CANE BLU

Info e prevendita (biglietti in prevendita da 10 a 20 euro): Ufficio Cultura allo 0583724791 (dalle 9 alle 13 dal lunedì al sabato); Email: cultura@comunedibarga.it

Non ha bisogno di presentazioni Paolo Rossi, da anni protagonista in teatro, in televisione e cinema, e amatissimo da un folto pubblico. Dopo il successo raccolto in tre anni di tournée con Mistero Buffo, Rossi porta in scena il nuovo spettacolo che parte da questa sua lapidaria dichiarazione: “Per i satirici d’ora in poi siano pubblici i vizi e, per favore, restino assai private le virtù”.

L’amore è un cane blu è il titolo della nuova produzione della Corte Ospitale di Rubiera (Re) con protagonista Paolo Rossi. Il comico friulano sarà al Teatro dei Differenti di Barga mercoledì 6 febbraio 2013. Sul palco assieme a lui Emanuele Dell’Aquila e la band de I virtuosi del Carso, che lo accompagnano, con una vera e propria colonna sonora di liscio balcanico, per quello che viene presentato come “un concerto visionario popolare lirico e umoristico, che narra di un tragico smarrimento e di una comica rinascita”. Paolo Rossi è l’uomo Paolo Rossi perduto sulle montagne del Carso in una notte magica e al contempo terribile. Nel paesaggio brullo di grotte e rovi, pietre e fiumi sotterranei, familiare eppure sconosciuto, arranca per ritrovare un filo nel caos che regna sovrano, nei rapporti umani e sociali, in una dimensione collettiva e politica che sembra annientata, nei rapporti economici e in quelli affettivi. “Si sa”, dice l’autore-attore, “arrivano momenti in cui i racconti ascoltati nell’infanzia e i sogni e le visoni dell’adolescenza diventano più vividi dei ricordi di vita vissuta lontana o recente o quantomeno spesso si finisce per confonderli. Qui si narrerà di ripartire in ogni trattativa –sia con se stessi, in camera da letto, in piazza o in parlamento– dalla ricchezza di un palpito coraggioso piuttosto che la misera miseria del soldo e della paura”.

Il viaggio di Paolo Rossi conduce il pubblico dunque alla scoperta dell’ amore, per sé, per l’altro, per un’idea: difficile da immaginare quanto il monstrum di un cane blu. Per arrivarci bisognerà cercare di non perdersi, e per non perdersi il modo migliore è non sapere mai dove si sta andando.

Il Teatro dei differenti è anche su Facebook

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi