Header ad
Header ad
Header ad

Ascanio Celestini a SPAM!

SPAM! Rete per le arti contemporanee
presenta

“THE TIMES THEY ARE A-CHANGIN’”

domenica 16 dicembre 2012 ore 16 – Fondazione Lazzareschi di Porcari
Ascanio Celestini  presenta il suo nuovo libro Pro Patria (edito da Einaudi) in collaborazione con la Biblioteca di Porcari, LuccaLibri, Libreria Baroni e Libreria Blu Book
ore 21 – Teatro Vincenzo Da Massa Carrara – Porcari (Lucca) Spettacolo fuori abbonamento
Ascanio Celestini  In “Improvvisazioni-Racconti” regia di Ascanio Celestini suono di Andrea Pesce organizzazione Associazione culturale Lucciola Serata realizzata in collaborazione con la Fondazione Cavanis di Porcari

“THE TIMES THEY ARE A-CHANGIN’”, rassegna dedicata alla danza contemporanea, ideata da Roberto Castello, si conclude, domenica 16 dicembre, alle ore 21.00, con Ascanio Celestini e il suo spettacolo “Improvvisazioni-Racconti”. Un appuntamento d’eccezione che sarà preceduto nel pomeriggio da un incontro con l’artista che, alle ore 16.00, presso la Fondazione Lazzareschi di Porcari, presenterà il suo ultimo libro Pro Patria (edito da Einaudi). La presentazione del libro è in collaborazione la Biblioteca di Porcari, LuccaLibri, Libreria Baroni e Libreria Blu Book mentre la serata (fuori abbonamento) è realizzata in collaborazione con la Fondazione Cavanis di Porcari.
Attore, autore teatrale e cantautore, scrittore e regista di cinema, ma soprattutto narratore e affabulatore, Ascanio Celestini occupa da anni un posto a parte nel panorama teatrale italiano. Perché supera la soglia del monologo come gesto e attitudine drammatica (una scuola che in Italia ha generato eccellenti interpreti, veri numeri uno da Marco Paolini a Laura Curino, da Moni Ovadia a Mario Perrotta) per farsi esso stesso riflesso mitico della parola e condizione permanente dello stare in scena. I Racconti di Celestini sono frasi della grande storia e tracciati di quotidiana emergenza.
“adesso vado e butto la bomba. vado al parlamento e butto la bomba. monto in macchina con la bomba, vado al parlamento e la butto”
Così parla uno dei personaggi nei racconti di Ascanio Celestini, uno che pensa al folle gesto e s’accorge che nel palazzo del potere c’è già un sacco di gente in fila per buttare la bomba. C’è il cittadino che aspetta da sei mesi e l’anarchico che sta lì dal ’48. Gli operai delle barricate del ’48 e del ’68, i contadini sporchi di terra, i braccianti che puzzano di cipolla, gli studenti del ’77 e i precari del 2000 le maestre coraggiose e le madri coraggio, le associazioni dei caduti, i partigiani con le bandiere, i militi noti, i militi ignoti, i militi ignobili, i militesenti, i parenti delle vittime, i dirimpettai dei perseguitati, gli officianti dei sacrificati, i terremotati, gli allagati, gli inondati, gli esondati, gli scampati, i trascurati, i dimenticati gli indignati, gli arrabbiati, gli oppressi e gli offesi. C’è la barba dei rivoluzionari che nell’attesa della rivoluzione cresce e intanto evapora la benzina delle molotov.
“Tra l’ascolto e il racconto ci sta la scrittura che spesso scivola un po’ da una parte e dall’altra. Certe storie diventano libri e spettacoli pieni di personaggi dove la storia del passato ha spesso un ruolo importante. Altre restano minime e hanno un corpo che le fa assomigliare alla canzonetta. C’è un solo personaggio, al massimo un paio. C’è un meccanismo semplice che si ripete come un ritornello in mezzo alle strofe. A volte c’è un piccolo paese governato dal partito dei corrotti e dal partito dei mafiosi, una volta in quel paese scoppia un’epidemia e vengono interpellati i presidenti della congregazione dei cittadini contro le minoranze razziali, sessuali e ideologiche. In quel piccolo paese il re si mette la corona per nascondere la testa pelata, la multinazionale del chiodo si allea con la multinazionale della fede e a scuola si danno lezioni di fila indiana. La maggior parte di queste storie sono passate o passeranno per la trasmissione “parla con me” di Serena Dandini. Qualcuna proviene dalla tradizione popolare, ma tutte hanno in comune l’improvvisazione. Salgo in scena senza copione e scaletta”. Ascanio Celestini
Una stagione, questa 2012, di SPAM! che – a parte una sfavillante apertura con le incredibili voci delle Sorelle Marinetti, una parentesi di gruppi teatrali toscani iconoclasti (Omini, Scarti e Ultra°Off), uno spettacolo di prosa quello di Lucia Calamaro in cui si parla ininterrottamente ma che pare uno spettacolo di danza, e un epilogo fuori tema con Celestini e il teatro di narrazione, in cui a danzare è l’immaginazione – è dedicata essenzialmente alla danza contemporanea, quella in cui, pur senza mai ballare, si danza davvero, quella in cui i corpi, muovendosi, parlano senza raccontare storie. Cuore di questa stagione, è stata la mini retrospettiva dedicata a un’ospite internazionale, la prima nel nostro paese, come Iris Erez, coreografa israeliana straordinaria per la forza disperata che trapela dai suoi, in realtà dolcissimi, lavori. Una stagione, affiancata da un percorso importante di laboratori di livello avanzato per attori e danzatori professionisti (l’ultimo lab. sarà con Roberto Castello il 15 e 16 dic.) e che come sottolinea Roberto Castello “ha offerto l’opportunità di stupirsi scoprendo che ci sono ancora luoghi inattesi in cui l’intelligenza, intesa come capacità di comprendere la realtà e essere illuminanti e sorprendenti nel raccontarla, ancora esiste e tutto sommato non è in così cattiva salute.”

Ingresso 22/20 euro (fuori abbonamento) Prevendita spettacolo: Tel. 0583.211884 presso la Biblioteca di Porcari (via Roma 121, Porcari LU) è consigliata la prenotazione, i posti sono limitati
Teatro Vincenzo Da Massa Carrara Via Roma 121 Porcari (Lucca) – Tel.  0583 975089
Info SPAM!: via Don Minzoni n 34, Porcari (Lu) 55016 tel.  +39.0583.975089 e-mail info@spamweb.it – www.spamweb.it per info e iscrizione corsi: formazione@spamweb.it – cell.  342 0591932
Ufficio stampa: Davis & Franceschini Tel.  +39.055.2347273 e-mail davis.franceschini@dada.it –www.davisefranceschini.it

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi