Header ad
Header ad
Header ad

Festa dell’amaretto Santacrocese

FESTA DELL’AMARETTO SANTACROCESE

XX edizione

8 dicembre 2013

Santa Croce sull’Arno (Pi)

SANTA CROCE SULL’ARNO (PI) – Al via sabato la Festa dell’Amaretto Santacrocese. Una sagra in omaggio al dolcetto simbolo di una comunità sviluppatasi attorno al convento di Santa Cristiana, dove all’inizio dell’Ottocento le monache iniziarono ad impastare mandorle tritate, zucchero, uova e scorza di limone. Sarà una giornata a misura di bambino. Agli scolari il compito di addobbare con materiale di riciclo l’Albero di piazza Garibaldi durante la mattinata, mentre per tutto il giorno l’associazione Maricò condurrà in piazza laboratori creativi e i volontari della biblioteca cittadina coinvolgeranno i presenti in letture ad alta voce. “Il senso di appartenenza, ma anche il valore della solidarietà, si apprendono e crescono sin da piccoli – commenta Angelo Scaduto, presidente della Pro Loco di Santa Croce sull’Arno – L’amaretto fa parte della cultura della comunità santacrocese e per mano dei bambini rafforzeremo le nostre radici”. Proprio su questo principio già da tre anni durante la sagra verranno raccolte offerte che dopo l’Epifania saranno devolute alla Fondazione Meyer. “Con il denaro si acquistano farmaci, vaccini, si costruiscono scuole, pozzi, case – prosegue Scaduto – è importante il contributo di tutti, al pari di un’opera di volontariato”.

La festa inizia alle 10 del mattino con l’apertura del mercatino di arti e mestieri cui si mescolano i banchi di generi alimentari. Interesserà il centro storico (via Turi, piazza Garibaldi e via Pipparelli), proseguendo fino alle 20. In calendario: dopo la decorazione dell’Albero di Natale ad opera dei ragazzi delle scuole, alle 15.30 Maria Giulia Burresi e Isabella Gagliardi presenteranno il loro libro “Santa Croce e il culto del Volto Santo” (ex scuola del convento), alle 17.30 gli amarettai si sfideranno nella centrale piazza Garibaldi (in caso di pioggia la gara verrà spostata nella vicina Saletta Paris), l’associazione Maricò condurrà laboratori creativi, mentre i volontari della Biblioteca cittadina guideranno letture ad alta voce.

Dedicata a Marco Fadda, il primo artigiano a credere in questo biscottino, la fiera avrà dunque come protagonisti gli amaretti, diversi banchi alimentari con prodotti locali e non, ma anche i bambini. Ogni amarettaio (in tutto in paese ne sono rimasti sei) venderà le proprie creazioni, in attesa della disfida che aggiudicherà l’Amaretto d’Oro, il trofeo messo in palio ogni anno dalla gioielleria Baroni. A giudicare gli artigiani una giuria di prestigio, presieduta dal sindaco Osvaldo Ciaponi e composta da giornalisti di settore, un esponente dell’Accademia Maestri Pasticceri Italiani, un rappresentante dell’Ais (Associazione Italiana Sommelier). “Difendere la tipicità è molto importante – ha commentato il pratese Paolo Sacchetti, recentemente eletto miglior pasticcere dell’anno dall’Accademia – Dietro a questo dolcetto c’è valore organolettico ma anche storia, di cui tutti noi dovremmo andare fieri. Ecco perché è importante crederci e valorizzarlo”.

Info: Pro Loco Santa Croce sull’Arno tel 0571.31101

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi