Header ad
Header ad
Header ad

“In nome del popolo italiano” inaugura la stagione di prosa di Montecarlo

 Teatro aperto ai cittadini sabato 8 dicembre in occasione della Festa della Toscana

Gli ultimi saranno ultimi questo sabato ai Rassicurati di Montecarlo
“In nome del popolo italiano” inaugura la stagione di prosa di Montecarlo

Ultimi giorni per prenotare un posto all’anteprima ad ingresso gratuito dello spettacolo “In nome del popolo italiano” di Matteo Bacchini, che prelude alla stagione di prosa del Teatro dei Rassicurati di Montecarlo (Lucca). Sabato 8 dicembre alle 21 parte così la stagione di prosa del teatro cittadino, realizzata dalla Fondazione Toscana Spettacolo, il circuito regionale del teatro e della danza, con l’impegno del Comune di Montecarlo, del suo sindaco Vittorio Fantozzi e del suo assessore alla cultura Massimiliano Paluzzi, e con la collaborazione dell’Associazione And Or margini creativi.

“Parte con questa anteprima, legata alla Festa della Toscana – commentano Vittorio Fantozzi e Massimiliano Paluzzi –  una nuova stagione teatrale realizzata con notevoli sforzi, ma sempre con la volontà di offrire un programma vario e di qualità che sarà, come è sempre accaduto in questi anni, apprezzato dagli spettatori appassionati di questo genere culturale”.

In attesa della presentazione dell’intera stagione, che riserverà gradite sorprese al suo affezionato pubblico, questo sabato il Comune di Montecarlo in occasione della Festa della Toscana apre le porte del teatro cittadino con Daniele Bonaiuti e Silvia Frasson. I due attori portano in scena una tragedia all’italiana: la deposizione strampalata di un romanesco manesco illustra a un maresciallo dei carabinieri come si trasforma un matrimonio in un funerale, con annessa testimonianza della sposa in quanto persona disinformata dei fatti (e di tutto il resto). Ma il fattaccio di cronaca nera resta in secondo piano – soprattutto nella coscienza dei protagonisti – e i riflettori sono puntati sulla “filosofia de vita” di due fratelli sballottati in un mondo diventato troppo complicato da capire. Un’armata brancaleone ridotta ai minimi termini che combatte la sua battaglia quotidiana contro l’italiano (la lingua) e lo straniero (gli albanesi i barboni i milanesi i napoletani i negri e il pandoro di Verona, in ordine di apparizione). Una piccola tragedia all’italiana che riprende dalla commedia all’italiana il gusto di far parlare i poveri diavoli, gli ultimi che saranno gli ultimi. E di farli parlare a modo loro, con una lingua che da voce ai sentimenti più bassi (e più sinceri) del popolo italico, saltando gli ostacoli della grammatica e del vocabolario. Un secolo e mezzo dopo Garibaldi, il ritratto del belpaese è un frullato di ignoranza, un cocktail di luoghi comuni, una miscela pericolosa di consumismo e miseria.

Lo spettacolo è a ingresso libero. Per prenotazioni e informazioni chiamare lo 0583/229725 o scrivere a culturaeturismo@comune.montecarlo.lu.it. Il Teatro dei Rassicurati è in Via Carmignani, 14 (0583/22517).

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi