Header ad
Header ad
Header ad

Intervista a Daniela Sesti, operatrice del benessere.

Lucca Live oggi vi racconta di un percorso interessante e affascinante compiuto da una donna lucchese. Lei è Daniela Sesti, fino a pochi anni fa la classica “donna in carriera” ma poi ha mollato tutto per dedicarsi ai massaggi energetici reiki, alle tecniche di rilassamento e meditazione, alla ginnastica energetica e bioenergetica.

Daniela oggi insegna discipline energetiche e conduce percorsi di crescita personale. Dopo anni di formazione è diventata un’operatrice del benessere, aiuta le persone a ritrovare risorse e talenti dentro di sé e li conduce a raggiungere un benessere ed un equilibrio psicofisico attraverso l’uso di tecniche naturali, energetiche, culturali, spirituali e artistiche, stimolando un naturale processo di trasformazione e crescita della consapevolezza di sé.

Cosa ti ha portata ad interessarti allo yoga e al reiki?

Mi sono avvicinata alla medicina alternativa nel 2003 dopo una profonda crisi esistenziale durata vari anni con annessi problemi di salute, ho iniziato a curarmi con il reiki, fino a che nel 2007 ho lasciato il mio lavoro e ho investito l’intera liquidazione fondando a Lucca l’Associazione Culturale La Farfalla, come spazio libreria, sala conferenze e corsi sul benessere.

Come nasce l’idea dell’associazione?

Da un sogno che è diventato realtà, perché ho voluto portare nella mia città una ventata di novità, proponendo e diffondendo nuove tecniche e terapie riguardanti la medicina alternativa provenienti da varie città d’Italia e del mondo e soprattutto volevo diffondere e praticare il reiki nella mia città affinchè più persone si avvicinassero a questa tecnica energetica che aveva portato tanto benessere nella mia vita. Il reiki è conosciuto in tutto il mondo e in Italia viene svolto da operatori volontari in diversi ospedali ed io, con tanta costanza, dopo un anno di volontariato in un Centro Anziani, ho visto apprezzata la mia attività che è stata finanziata dal Comune di Lucca e dalla Fondazione Cassa di Risparmio che hanno approvato il Progetto Reiki per Anziani come terapia del dolore. E’ l’unica città d’Italia ad aver fatto questo, ne sono molto orgogliosa. Ultimamente svolgo la mia attività anche a domicilio in quanto questa tecnica non è invasiva e ben tollerata da diversi tipi di malattia ed è molto richiesta.

Di cosa ti occupavi prima?

Ero ragioniera e per ben 23 anni ho lavorato in un’agenzia di assicurazioni fino a diventarne agente nel 1992; ero -per così dire- una donna in carriera molto lontana dal mondo della medicina alternativa. Per motivi di salute ho sofferto di attacchi di panico per ben 11 anni e ho avuto periodi di depressione: nel 2003 mi sono rivolta alla medicina alternativa per avere un aiuto psico-fisico. Vedendo i notevoli risultati di guarigione, ho deciso di iniziare la mia formazione in scuole olistiche per diventare un operatore del benessere. Nel 2007 ho deciso che la mia vita doveva cambiare, che ormai quel lavoro era terminato per me, ho dato le dimissioni ed ho creato l’Associazione Culturale La Farfalla.

All’inizio non è stato facile, non tutti hanno appoggiato la tua scelta…

In quel periodo il mio cammino è stato fatto in solitudine perché chi mi era vicino, anche i familiari, non comprendeva le mie scelte di vita che davano priorità alla qualità anziché al tipo di lavoro svolto.

Come pensi che queste discipline possano essere di aiuto alle donne e non solo?

Sono di aiuto a tutti, dai bambini agli adulti, uomini e donne. Dopo 5 anni di attività, sempre più persone si sono avvicinate a questo mondo alternativo, la curiosità li ha fatti interessare ma anche la speranza di qualcosa di più naturale che li aiutasse a recuperare benessere, e così è stato.

Perché questi corsi di yoga, bioginnastica e reiki sono frequentati quasi esclusivamente da donne?

Sicuramente gli uomini che si rivolgono a me hanno una marcia in più, perché di solito l’uomo medio vede in tutto ciò una perdita di tempo e non un’occasione di crescita. Sono sicura che sempre più uomini arriveranno per cambiare, perché la qualità della vita è arrivata ad un punto di non ritorno ed è giusto che anche loro, come le donne, ritrovino la loro serenità e il loro benessere. Intanto, con mia grande gioia la stragrande maggioranza delle persone che frequentano la mia associazione sono donne, donne coraggiose che si mettono in discussione e decidono di migliorare la qualità della vita. Sono orgogliosa del numero delle clienti che mi raccontano come la loro vita è cambiata in meglio e come hanno ritrovato il loro equilibrio e stabilità.

All’inizio ci hanno creduto in pochi, ora come va la tua associazione?

Ha cambiato sede da luglio di quest’anno ed ha un’impostazione diversa dalla precedente non avendo più la vendita di libri. Ora è uno studio che offre una sala lavori e una stanza per sessioni private. E’ aperta ad un pubblico maggiore, operando anche al di fuori della struttura con i trattamenti per gli anziani e a domicilio. Si sta allargando e ha tanti progetti per il futuro ed è migliorata la qualità del servizio offerto. Mi auguro che tante persone in più si avvicinino a questo nuovo modo di vedere le cose che è il campo delle medicine alternative.

www.asslafarfalla.it

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi