Header ad
Header ad
Header ad

“La traviata” al Teatro del Giglio

Al Teatro del Giglio di Lucca va in scena:

La traviata

sabato 24 novembre 2012 ore 20.30
domenica 25 novembre 2012 ore 16.00

melodramma in tre atti su libretto di Francesco Maria Piave, dal dramma La Dame aux camélias di Alexandre Dumas figlio
musica di Giuseppe Verdi
Editore Universal Music Publishing Ricordi srl, Milano

personaggi e interpreti Violetta Valéry  Irina Dubrovskaja (24), Mimma Briganti (25) Flora Bervoix Sandra Buongrazio Annina Carla Madrid Sanabria (24), Emanuela Grassi (25) Alfredo Germont  Stefano Lacolla (24), Marco Frusoni (25) Giorgio Germont Stefano Antonucci (24) – Luca Grassi (25) Gastone Angelo Fiore  Il barone Douphol Italo Proferisce (24), Salvatore Grigoli (25) Il marchese D’Obigny Salvatore Grigoli (24), Italo Proferisce (25) Il dottor Grenvil Juan Josè Navarro (24), Gabriele Bolletta (25) Giuseppe Eduardo Hurtado Domestico di Flora  Gabriele Bolletta (24), Juan Josè Navarro (25)

direzione d’orchestra Bruno Aprea regia Paolo Trevisi scene Poppi Ranchetti

costumi Fondazione Ceratelli

light designer Valerio Alfieri

maestro del coro Marco Bargagna
Orchestra della Toscana Coro della Toscana

Nuova produzione Teatro di Pisa

In coproduzione con Teatro del Giglio di Lucca, Teatro C. Goldoni di Livorno, Festival Pucciniano di Torre del Lago
Il dramma La Dame aux camélias fu tratto da Dumas figlio dal proprio omonimo romanzo, incentrato sugli amori della cortigiana parigina Marguerite Gautier: il soggetto scabroso e la contemporaneità delle vicende narrate (la donna reale di cui Marguerite è figura letteraria, Alphonsine Duplessis, morì di tisi appena ventitreenne un anno prima dell’uscita del romanzo) ne fecero un vero e proprio bestseller della letteratura scandalistica. Verdi trova nelle prime recite parigine del dramma l’ispirazione per l’opera che deve comporre per Venezia. Nasce così La traviata, in cui la protagonista assume il nome di Violetta Valéry e si stemperano un poco le tinte troppo fosche del dramma di Dumas. I giochi, le tresche, le relazioni sulla scena sono specchio di quelle della vita reale della società dell’epoca, che ha il suo riverbero anche nella musica, che Verdi sceglie di improntare a quel valzer che stava conquistando l’Europa.  Violetta Valéry e Alfredo Germont si amano tra feste e frivolezze, inganni, tensioni familiari, riappacificazioni e malattia, in un’opera con altissimi momenti di realismo drammatico, intrecciati a intime espressioni del pensiero interiore degli affascinanti personaggi.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi