Header ad
Header ad
Header ad

SUGGESTIONI NAPOLEONICHE: Un altro interessante appuntamento

SUGGESTIONI NAPOLEONICHE – Bacler d’Albe, il più prezioso collaboratore di Napoleone

Dietro ogni grande imperatore ci sono grandi collaboratori e Napoleone, condottiero, stratega, il “più grande soldato d’Europa”, lo sapeva bene tanto che dal 1796 al 1814 non si separò mai dal suo fidato cartografo, Louis Albert Guislain Bacler d’Albe. Disegnatore, pittore di battaglie, Bacler d’Albe, infatti, lavorò come cartografo al seguito di Napoleone per 18 anni e fu uno dei pochi uomini ad essere ammesso alle riunioni strategiche dell’imperatore. A lui e alle sue preziose carte topografiche d’Italia è dedicata la conferenza che si terrà venerdì 16 novembre alle 17 in Sala Maria Luisa a Palazzo Ducale. Ad illustrare la“Carte d’Italie” sarà Giulia Gorgone, direttore del Museo Napoleonico di Roma dove le carte sono esposte proprio in questi mesi. La conferenza fa parte del ciclo “Suggestioni napoleoniche” organizzato dalla Provincia di Lucca per il mese di novembre. La Carte d’Italie, realizzata da Bacler d’Albe, è considerata uno dei massimi risultati della cartografia d’inizio Ottocento, in cui furono messe a punto numerose innovazioni di carattere tecnico, come la resa delle montagne, ottenuta per la prima volta attraverso una serie di ombre e acquarellature, e la precisione nel rendere le vie di comunicazione e i confini. Il progetto della Carte fu voluto da Napoleone stesso come indispensabile strumento di natura strategica e politica e la realizzazione delle sei tavole richiese circa quattro anni di lavoro, dal 1978 al 1802. Dotato di grande intuito, a Louis Albert Guislain Bacler d’Albe era affidato il compito di raccogliere e organizzare tutta la documentazione topografica necessaria per le campagne militari. La grande stima che Napoleone nutrì per lui è confermata da un passo del suo testamento in cui si raccomandò che il figlio studiasse sulle carte di Bacler d’Albe.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi