Header ad
Header ad
Header ad

LUCCA: Associazioni musicali verso il calendario unico

LUCCA – Incontro presso il Centro Culturale Agorà tra assessore Favati e i rappresentanti delle diverse realtà associative legate alla musica

Si è svolta nei giorni scorsi presso l’Auditorium del Centro Culturale Agorà, il primo incontro fra l’assessore alla Cultura Patrizia Favati e le associazioni musicali presenti sul territorio. Due gli scopi della riunione:  presentare una scheda di rilevazione dati delle associazioni e proporre la creazione di reti per sviluppare collaborazioni utili ad una città che, come Lucca, vuole puntare molto su una rinascita culturale.

La scheda per il censimento delle associazioni, presentata da Linda Severi, è stata concordata con i consiglieri che partecipano alla Commissione cultura durante le riunioni svolte nei mesi precedenti e serve ad avere una situazione aggiornata, oggettiva e confrontabile ( è scaricabile dal sito del comune e dell’Agorà). Oltre ai dati quantitativi relativi all’associazione, la scheda chiede la disponibilità a dividere spazi, a lavorare in rete e condividere progetti. Questo passo si rende necessario anche in vista di una  razionalizzazione delle risorse in un momento così critico dal punto di vista economico: costituire una rete di partner  significa  proporsi come soggetto forte anche in vista della richiesta di eventuali contributi alle fondazioni piuttosto che alla regione.

L’assessore Patrizia Favati ha portato diverse proposte alle associazioni intervenute, tra queste il coordinamento della rete e una maggiore visibilità, grazie al sito di promozione turistico-culturale che sarà operativo a gennaio e una specifica App. L’assessore inoltre ha reso nota una richiesta emersa durante l’Open Forum dell’osservatorio Turistico di Destinazione: sarebbe opportuno inserire la programmazione degli eventi musicali all’interno del sito almeno con sei mesi di anticipo rispetto alla data del concerto, per far sì che questi appuntamenti possano rappresentare anche un’attrattiva turistica oltre che una risorsa per i cittadini. Per quanto riguarda gli spazi comunali, data la difficoltà di concederli gratuitamente, se ne  stanno rivedendo le tariffe per poter applicare agevolazioni che puntino al solo recupero delle spese.

Le realtà associative  sono state chiamate a  collaborare per creare un calendario unico di attività e di iniziative musicali di vario genere che si rivolgono alle varie  fasce d’utenza distribuite nell’arco dell’anno su tutto il territorio comunale, come investimento nei confronti del brand che identifica Lucca quale “città della musica”. E’ stata prospettata l’ipotesi di realizzare appuntamenti musicali in diverse location: dalle piazze ai giardini, dalle corti alle pievi del territorio.

Le 20 associazioni presenti hanno espresso la loro soddisfazione  per la proposta annunciata dall’assessore alla Cultura di fare del Comune l’ente coordinatore delle diverse attività. Tutti hanno ritenuto determinante il fatto che sia il Comune a ricoprire questo ruolo di garante. I rappresentanti delle associazioni hanno però  evidenziato la difficoltà di fornire con grande anticipo una  programmazione a causa dell’incertezza sull’attribuzione dei contributi. E’ stato inoltre chiesto uno spazio a loro dedicato dove svolgere incontri e riunioni. La discussione ha toccato anche altri problemi relativi al mondo della musica.

Sempre nell’ottica dell’ascolto nei confronti delle associazioni, il 15 novembre è previsto un incontro con le scuole di danza presenti sul territorio comunale. Durante la riunione verrà presentato un progetto nato dalla  collaborazione fra assessorato alla Cultura, Teatro del Giglio e Associazione Europea Danza.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi