Header ad
Header ad
Header ad

La settimana del gioco in scatola. Lucca in gara.

TORNA LA SETTIMANA DEL GIOCO IN SCATOLA:

LUCCA E TUTTA ITALIA IN GARA PER IL TITOLO DI

“CITTA’ DEL GIOCO”

In palio una  ludoteca da guinness dei primati e un importante riconoscimento di alto valore

simbolico. Vince il comune che accumula più ore di gioco a Monopoly, Indovina Chi?, Cluedo &

Co. I risultati live su www.staserasigioca.it.

Dopo l’edizione da record del 2011, con oltre 100 comuni partecipanti e 300 tra scuole, oratori,

ludoteche  e  locali,  torna  la  Settimana  del  Gioco  in  Scatola,  in  una  versione  ancora  più

coinvolgente.  Dal 10 novembre e per gli otto giorni seguenti Lucca è chiamata a… giocare

insieme a tutta l’Italia. Una settimana con l’obiettivo di riscoprire il valore del tempo passato in

compagnia di amici e familiari. Grandi protagonisti saranno i comuni italiani, ma soprattutto i

cittadini, che avranno il compito di aiutare il proprio comune a generare “ore di gioco” utili ad

accaparrarsi la vittoria, raccogliendo la sfida lanciata da Hasbro, per concorrere al titolo di Città

del Gioco 2012.

Per  lanciare  l’iniziativa  presentata  a  Lucca  Comics  and  Games  il  sindaco  di  Lucca

Alessandro Tambellini e 5 assessori della giunta del Comune, Giovanni Lemucci, Patrizia

Favati, Giuseppe Pellegrini Masini, Katyuscia Tomei e Carla Reggianini, si sono seduti ai

tavoli dai gioco nell’area Hasbro all’interno del padiglione Games affrontandosi sul campo.

Hasbro, Lucca Comics and Games con il Comune di Lucca organizzeranno infatti una serie di

eventi e gioco a Lucca a partire dal 10 novembre con la possibilità per le famiglie di spendere

insieme il loro tempo in modo divertente e costruttivo. La Settimana del Gioco in Scatola ha lo

scopo di “educare” le persone a riprendersi i propri spazi di svago e dedicarli al gioco insieme alle

persone più care: figli, parenti e amici. A Lucca saranno organizzate sezioni di gioco a Villa Bottini,

al Villaggio del Fanciullo, al Foro Boario a Nozzano e alla scuola media Buonarroti.

Città del Gioco sarà quella che riuscirà a realizzare le sfide più lunghe intorno a un tavolo,

utilizzando  i  più  popolari  giochi  di  casa  Hasbro:  Monopoly,  Indovina  Chi,  Cluedo,  Taboo,

l’Allegro Chirurgo e tutti gli altri grandi classici che fanno divertire da decenni l’Italia ed il mondo

intero. In palio un ricchissimo carico di giochi per creare la ludoteca più grande d’Italia, allestita nel

comune vincitore grazie a centinaia  di confezioni  dei giochi  in scatola più amati e famosi di

sempre, per essere messi a disposizione di tutti i bambini, ragazzi e famiglie della città. Ogni

comune  partecipante delegherà un arbitro ufficiale che avrà il compito di aggiornare i risultati e

documentare  quanto  in  ogni  città  sta  avvenendo.  A  questo  proposito,  sul  sito

www.staserasigioca.it, sarà pubblicato e aggiornato in tempo reale un contatore che, oltre a fornire aggiornamenti sulla classifica provvisoria dei comuni,  accumulerà tutto il tempo giocato

dagli italiani.

L’iniziativa chiama in causa non solo i Sindaci e le Pubbliche Amministrazioni, ma anche le scuole,

le associazioni, i locali maggiormente frequentati dai giovani e gli oratori, punto di riferimento di

tante famiglie. Anche quest’anno infatti la  Settimana del Gioco in Scatola sostiene l’iniziativa

sociale “Non nasconderti dal gioco, nasconditi per gioco” promossa da Pepita, Cooperativa sociale

specializzata nella realizzazione di progetti educativi e sociali, che già nel 2011 aveva segnalato

che il dato sul tempo che i genitori dedicano al gioco con i propri figli è allarmante: in media solo 15

minuti al giorno. Saranno coinvolti, a questo proposito, ben 50 oratori sparsi su tutto il territorio

nazionale, che animeranno eventi e speciali tornei dedicati alle famiglie e ai loro bambini.

La Settimana del gioco in scatola 2012 è aperta proprio a tutti, uomini e donne, grande e piccini,

da 0 a 90 anni. Del resto, invecchia solo chi smette di divertirsi. Armati di pedine, dadi o carte

gli italiani avranno il dovere, e il piacere, di condurre la propria città alla vittoria. Chissà quale sarà

la città che meglio saprà vivere lo spirito di questa iniziativa? Lo scopriremo solo giocando.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi