Header ad
Header ad
Header ad

Il Sistema Sangue Italiano si incontra a Lucca

Fondazione Campus e Simti organizzano il Secondo Incontro Nazionale del Sistema Sangue

Il Sistema Sangue Italiano si incontra a Lucca

per parlare della sostenibilità del dono

Venerdì 29 e sabato 30 giugno alla Fondazione Campus

LUCCA, 28 giugno 2012 – Donare il sangue è sostenibile? “La donazione di sangue fra etica e sostenibilità. L’esperienza europea e il dibattito italiano” è il tema del Secondo Incontro Nazionale del Sistema Sangue Italiano, che inizia a Lucca oggi (venerdì 29 giugno) alle 14,30 alla Fondazione Campus, con i saluti del sindaco di Lucca Alessandro Tambellini, e prosegue domani (sabato 30), protagonisti tutti i rappresentanti italiani del settore e prestigiosi ospiti internazionali.

L’iniziativa, realizzata con il patrocinio del Ministero della Salute, è progettata e organizzata da Fondazione Campus e SIMTI, la Società Italiana di Medicina Trasfusionale e Immunoematologia, ed è al suo secondo appuntamento; il focus sarà incentrato sul valore del dono, non soltanto riferito specificatamente alla donazione del sangue ma anche da un punto di vista più generale, etico e socio economico, affrontando cioè il tema della sostenibilità di un sistema socio-politico basato sul dono.

A parlarne, insieme ai vertici di tutte le associazioni di donatori (le maggiori sono Avis e Fratres) ed a quattro relatori di livello internazionale che offriranno argomenti per confrontare il sistema italiano con altri sistemi basati sulla donazione, ci sarà Giuliano Grazzini, direttore del Centro Nazionale Sangue, che a lungo è stato primario dell’unità operativa di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale di Lucca.

“Come operatori del settore – spiega Grazzini – abbiamo molte occasioni di incontro operativo, ma raramente, come in questo appuntamento lucchese, per riflettere sugli aspetti etici, filosofici e della sostenibilità della donazione, che nel nostro sistema, è volontaria, periodica, anonima, gratuita e associata. Ed è una grande fortuna che il nostro Paese aderisca alla convenzione di Oviedo, sulla non commercializzazione delle parti del corpo umano”.

“In questo momento la donazione è in costante incremento – prosegue -. Negli ultimi 10 anni (periodo 2001-2011) in Italia le donazioni sono aumentate in media del 3,9% all’anno, e dal 2010 al 2011 del 5%. L’obiettivo è raggiungere l’autosufficienza. Si dona perché c’è un lavoro di sensibilizzazione e perché c’è un senso civile: quando si muovono le leve giuste, gli Italiani rispondono. E le associazioni di volontariato fanno un grandissimo, incredibile lavoro”.

Il programma della giornata

Alle 14,30 il Saluto del sindaco di Lucca Alessandro Tambellini, del Presidente della Fondazione Campus Salvatore Veca, quello del Presidente di SIMTI Claudio Velati e l’introduzione di Giuseppe Aprili (past president SIMTI).

Alle 15,15 l’intervento di Mario Ricciardi, professore di Filosofia del diritto presso l’Università Statale di Milano, uno dei più importanti studiosi italiani nel campo della giustizia sociale e distributiva, nonché scientificamente impegnato a trattare le molte questioni legate al tema della donazione: parlerà di “Questioni etiche intorno al dono e alla donazione”; segue Elio Borgonovi, professore ordinario di Economia delle aziende e delle amministrazioni pubbliche presso l’Università Bocconi, uno dei massimi esperti europei nel campo dell’organizzazione della sanità e dei sistemi economici non profit (amministrazioni pubbliche, terzo settore), nonché accurato studioso della cosiddetta Responsabilità sociale dell’impresa, per parlare di “La sostenibilità di sistemi socio-economico-politico basati sul dono”.

Nella Seconda sessione interviene Lynda Hamlyn, amministratore delegato del National Health Service – Blood and Transplant (NHSBT), l’agenzia britannica che governa il sistema sangue del Regno Unito, su “La donazione del sangue nel Regno Unito” e Giuliano Grazzini su “La donazione del sangue in Italia”.

Domani (30 giugno), dalle 9 alle 12, dopo l’intervento di Wim de Kort, il più noto e preparato ricercatore internazionale sui temi delle finalità, delle logiche di funzionamento e dell’organizzazione dei sistemi di donazione del sangue di ciascun paese europeo, e delle politiche adottate dagli Stati e dall’Europa in questi ambiti, si terrà il dibattito, moderato dal direttore di Radio 24 Fabio Tamburini.

L’incontro sarà promosso anche attraverso il canale twitter di loschermo.it, con l’hashtag #SSI12. Per informazioni: tel. 0583.333420, info@fondazionecampus.it

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi