Header ad
Header ad
Header ad

Carenza di acqua: si limita l’uso a quello domestico

LUCCA  – Il Sindaco di Lucca ha emesso un’ordinanza per la limitazione di acqua potabile su tutto il territorio comunale. Una decisione che si è resa necessaria dalla sofferenza di molti corpi idrici, sia superficiali che sotterranei. Nel 2011 le precipitazioni atmosferiche sono risultate nettamente deficitarie rispetto alla media degli ultimi 15 anni per gran parte del territorio regionale; inoltre sono risultati carenti gli apporti meteorici anche nei primi mesi nel 2012, tanto che nel mese di febbraio il deficit delle precipitazioni ha superato il 75% rispetto alla media dei precedenti 15 anni.
Attraverso l’ordinanza, che poggia sul piano di emergenza idropotabile predisposto da Geal Spa, si vogliono dunque adottare misure idonee per evitare situazioni di allarme dovute alla siccità.

Nel dettaglio il provvedimento impone ai cittadini di impiegare l’acqua fornita dall’acquedotto pubblico esclusivamente per usi alimentari e igienico sanitari, e vieta l’utilizzo di acqua della rete idrica per uso diverso da quello domestico, in particolare per l’annaffiamento di giardini, prati, orti, lavaggio di autovetture, piazzali, riempimento di piscine, fontane ornamentali. Il sindaco Invita inoltre tutti i cittadini ad adottare ogni utile accorgimento finalizzato al risparmio di acqua.
L’inottemperanza alle prescrizioni previste dall’ordinanza comporta l’applicazione di una sanzione amministrativa dell’importo minimo di 25 euro fino ad un massimo di 500, così come previsto dalle norme in vigore.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi