Header ad
Header ad
Header ad

Ceis, in Marcia per la Vita

Lucca – Un giorno di festa e di riflessione. Per gridare a voce alta sì allo sport, quello sano e genuino, e no alle dipendenze dei giovani da alcool e droghe.

Parte da Lucca un messaggio forte in un momento in cui l’allarme sociale è particolarmente alto. Basti pensare che, dati forniti in conferenza stampa da Carla Caprio, del Ceis, al Sert di Lucca sono in cura oltre 40 minori, quando qualche anno fa erano mediamente uno o due.

Sabato 19 maggio, in concomitanza con l’evento nazionale, a Lucca si svolgerà “In Marcia per la Vita 2012, promossa dall’associazione sport in comunità e dal Gruppo Giovani e Comunità di Lucca.

Un progetto che vede coinvolti diversi soggetti istituzionali e non (tra questi, oltre al Comune di Lucca, Provincia, Forum delle dipendenze della Prefettura, UST Ipsia, Istituto Giorgi, Progetto Scuola e Volontariato, Misericordia di Lucca, Coni, la Focolaccia, il Trofeo Podistico Lucchese, la Virtus, il Liceo Artistico Passaglia, la Scuola Media Da Vinci Chelini.

Sono previste una marcia cittadina (con partenza dal Foro Boario e arrivo in piazza Napoleone) e un convegno, a cui interverranno esperti (medici delo sport e psicologi) e atleti (Yuri Chechi, Stefano Gori e Nadia Centoni).

– un convegno.

Gli alunni della media Leonardo da Vinci e del Liceo Artistico daranno un contributo al convegno, realizzando video e producendo interventi.

L’evento sarà trasmesso in diretta televisiva su Dì Lucca, mediapartner del progetto, e potrà vedere in Streaming sui portali www.dilucca.it e www.intoscana.it

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi