Header ad
Header ad
Header ad

Terremoto in Indonesia, scongiurato il rischio tsunami

Scongiurato il rischio tsunami dopo le forti scosse di terremoto che si sono sviluppate a largo dell’isola di Sumatra in Indonesia. Tutti avevano pensato ad un fenomeno simile a quello verificatosi nel 2004, quando il terremoto coinvolse 13 Stati dell’Oceano Indiano e i morti furono 230mila.
Dopo le scosse era scattato immediatamente l’allarme tsunami in 26 Paesi, dalle Maldive alla Malesia, poi cancellato nell’ultimo bollettino emanato dall’istituto statunitense Pacific tsunami warning center del Noaa.
Uno tsunami “significativo”, ha dichiarato l’istituto, si è generato a seguito del terremoto che ha colpito l’Indonesia, tuttavia le misurazioni del livello del mare indicano ora che la minaccia è diminuita o terminata per la maggioranza delle aree” interessate.

Puket, il mare si è ritirato come nel 2004 (foto F.B.)

L’allerta tsunami era stato esteso a 26 paesi: Indonesia, India, Sri Lanka, Birmania, Maldive, Australia, Malaysia, Thailandia, Isola della Reunion, Seychelles, Pakistan, Somalia, Oman, Madagascar, Iran, Emirati arabi, Yemen, Isole Comore, Bangladesh, Tanzania, Mozambico, Kenya, Isole Crozet, Isole Kerguelen, Sudafrica e Singapore.

Fabrizio Barsuglia

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi