Header ad
Header ad
Header ad

Cultura: via libera al programma di attività 2012

CULTURA: VIA LIBERA AL PROGRAMMA DI ATTIVITÀ 2012

Arte contemporanea, cinema, fumetto, teatro, musica letteratura, ma anche rievocazioni storiche in particolare in occasione del Settembre Lucchese; e, ancora, eventi speciali di richiamo internazionale per valorizzare il Museo Casa natale Puccini e, in una visione più ampia, le relazioni tra Giacomo Puccini, i suoi luoghi e l’arte in generale, con incursioni nella contemporaneità, con un progetto anche strumento di marketing turistico a beneficio di tutto il territorio. Sono questi, in estrema sintesi, gli ambiti in cui si svilupperà nel 2012 l’attività culturale della città di Lucca, così come voluto dal sindaco Mauro Favilla e dall’assessore Letizia Bandoni con un programma che ha ricevuto il via libera della giunta di Palazzo Orsetti.

A celebrare l’arte contemporanea saranno Lucca Photo Fest, il Festival “L’immagine del suono”, e le iniziative dei principali operatori pubblici e privati (da Lu.c.c.a. Museum a Lucca Summer Festival, dai galleristi lucchesi fino ai Musei nazionali di Lucca). Ci sarà anche spazio per il “Bottini Art Villane”, nato nel 2011 con l’obiettivo di dare opportunità ai giovani artisti emergenti selezionati dal coordinamento artistico di critici esperti come Maurizio Vanni e Alessandro Romanini.

Nel campo dell’arte cinematografica, prosegue il rapporto di collaborazione con l’Associazione Vi(s)ta Nova per la realizzazione del Lucca Film Festival e con la Sago per la realizzazione di “Estate Cinema” nel parco di Villa Bottini.

Nel quadro delle attività per il Settembre Lucchese, il programma messo a punto dall’assessorato alla Cultura prevede tutta una serie di iniziative legate al recupero della storia e della tradizione, che troveranno il loro culmine nelle manifestazioni a corredo della Santa Croce e nelle iniziative culturali e religiose rievocative legate al Santo Patrono “I giorni di San Paolino”.

A questo proposito, l’assessore Bandoni spiega che è sua intenzione realizzare un organismo, un comitato o una fondazione, che raccolga tutte le espressioni associative e gli Enti pubblici e privati, al fine di sviluppare il brand “Lucca Città della Storia”.
Tornando al programma culturale 2012, a farla da padrone sarà ancora Lucca Comics and Games, ma, secondo l’assessore, è opportuno dare continuità e rafforzare il neonato comitato di coordinamento tra amministrazione comunale, LC&G e Museo del Fumetto, con il compito di condividere opportunità relazionali e culturali, evitare sovrapposizioni e massimizzare sinergie e potenzialità. Tutto questo con il preciso obiettivo di proporre in un’unica offerta, logica e coordinata, la realtà fumettistica cittadina in Italia e all’estero.

Nel campo letterario, una nuova edizione di Letterathè servirà anche a promuovere maggiormente le attività della biblioteca comunale, mentre in ambito musicale saranno privilegiate le iniziative “storiche” attorno alle quali è più ampia la rete di collaborazione tra operatori: Lucca Jazz Donna, Notte di note (per valorizzare i musicisti lucchesi e rendere una maggiore fruibilità popolare della musica colta anche per esaltare le capacità degli studenti dell’Istituto Musicale L. Boccherini), Musica ragazzi e Sinfonia.
Nello specifico delle attività teatrali, l’amministrazione intende sviluppare le proposte del Teatro Nieri di Ponte a Moriano e dell’auditorium San Girolamo, che comprendano, tra le altre, la rassegna di teatro amatoriale “Chi è di scena” al Nieri di Ponte a Moriano, Prossimo scenico e la rassegna “Amateatro” in San Girolamo. Particolare risalto avranno anche i progetti di cultura teatrale e musicale realizzati per coinvolgere i ragazzi nei processi di apprendimento e di sensibilizzazione.

Ma le attese più evidenti sono per gli eventi speciali legati alla celebrazione dei 500 anni delle Mura, che hanno preso il via nel 2011 con la mostra “Lucca e le mura: itinerari del Risorgimento” e alla valorizzazione di Casa Puccini, puntando a eventi di grande richiamo internazionale, non solo musicali, ma sempre riconducibili alle tematiche pucciniane, in modo da rendere il “prodotto” Puccini anche alla portata di un pubblico diverso per formazione ed interessi da quello lirico. Per il Teatro del Giglio, gli obiettivi sono di potenziare le attività teatrali dedicate a Giacomo Puccini, sviluppare la collaborazione con altre realtà teatrali italiane ed internazionali e con le principali realtà culturali cittadine e proseguire le attività di educazione teatrale realizzati con i ragazzi.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi