Header ad
Header ad
Header ad

Presentazione di Danzaland

Si stanno per dischiudere le porte del Paese della Danza…
Si stanno per aprire i sipari dei suoi numerosi palcoscenici…
In un connubio fra Arte e Cultura, Formazione e Intrattenimento, Passione ed Emozione!

“Immagina il Paese della Danza… non è un sogno bensì una realtà: è DanzaLand!”
Il 27, 28 e 29 aprile 2012 a Lucca.

È il motto che fin dall’inizio ha ispirato questa manifestazione e che riassume l’idea da cui essa è sorta: l’ambizioso progetto di DanzaLand è nato da uno slancio dell’immaginazione, dal desiderio ardente di mettere a disposizione degli amanti della Danza uno spazio tanto magico e diversificato quanto quello di questa sublime forma d’arte. Lucca, con i suoi scorci paesaggistici e architettonici mozzafiato, con le sue mura, le sue vie e le sue piazze ricche di storia, con le numerose scuole di ballo attive nel suo contesto cittadino, è apparsa da subito il luogo più adatto per dar vita a un evento che desidera festeggiare la giornata internazionale della Danza ponendosi come un connubio fra Arte e Cultura, Formazione e Intrattenimento, Passione ed Emozione.

Oltre alla scintilla creativa di Aretusa srl, a far sì che un tale sogno diventasse realtà, il grande interesse e la collaborazione dimostrata dall’Amministrazione Comunale, dall’Opera delle Mura e dalla Camera di Commercio, nonché l’importante supporto fornito dalle Fondazioni della Cassa di Risparmio di Lucca e del Banco del Monte di Lucca: tutte ugualmente coinvolte nella realizzazione di questa manifestazione e similmente convinte della sua forza, vitalità e positività.

Il taglio del nastro di DanzaLand avverrà venerdì 27 aprile, nel cuore pulsante della città, sul palco allestito nella splendida cornice di Piazza Napoleone: da quel momento, e per tre giorni, Lucca si trasformerà nel Paese della Danza e ognuno dei suggestivi luoghi adibiti ad accogliere i tanti palcoscenici e stili dell’evento diventerà uno spazio prezioso, un laboratorio tanto inconsueto quanto privilegiato, a disposizione delle scuole di ballo della zona. Un forte impatto sul territorio e un grande coinvolgimento del territorio nell’intenzione di dare il via a una manifestazione che vuole diventare un atteso appuntamento annuale, una capitale della Danza, in grado di incuriosire, di intrattenere, di aggregare, di insegnare e anche di supportare qualcuno nell’intraprendere la carriera artistica.

Un evento poliedrico, quindi, capace di abbracciare più forme d’espressione, di mettere a confronto ballerini diversi per età, stile e provenienza, di offrire molteplici opportunità di crescita, di formazione e di esibizione, di attrarre tanto gli addetti al settore quanto i semplici curiosi. Un avvicendarsi di stage, lezioni, workshop, masterclass, instant show, contest, concorsi, audizioni e spettacoli, in un programma composito e diversificato che si svilupperà nei luoghi simbolo della città e alla presenza di personalità di chiara fama internazionale. Un caleidoscopio di movimenti, suoni ed emozioni per inneggiare alla Danza. Una fucina di idee e di appuntamenti in cui la magia di quest’arte andrà a congiungersi allabellezza e al fascino della città di Lucca, divenendone un’ulteriore attrazione turistica. Una manifestazione tutta in divenire, in cui l’incontro con il variegato mondo della Danza non cessa di essere fonte di conoscenze e di stimoli, fornendo a chi l’ha ideata l’incentivo per dare sempre più spazio agli innumerevoli stili in cui il ballo si esprime.

Il tutto per fare di DanzaLand un centro d’aggregazione e un veicolo di promozione per l’intero mondo del ballo. Per proporre un vero e proprio percorso nella Danza che sia anche un itinerario all’interno delle bellezze artistiche lucchesi. Per mettere a diposizione dei partecipanti un palcoscenico a cielo aperto, grandissimo e composito, che si animerà delle loro stesse esibizioni, idee, suggestioni, e che si arricchirà della presenza di professionisti, coreografi e insegnanti di fama mondiale.

Per dare spazio alla diversità e agire nella consapevolezza estrema dell’importanza del confronto in questo genere di arte. Per dare una diversa prospettiva sulla Danza nel Paese della Danza, in uno scenario da favola…

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi