Header ad
Header ad
Header ad

Aeroporto di Tassignano:”Presentati i progetti del ‘Dimostratore tecnologico’ Zefiro”

Un centro di competenza per un uso civile dei droni da utilizzare, ad esempio, in caso di emergenze ambientali, utilizzo di speciali aquiloni untraleggeri per sviluppare energia alternativa dal vento e, ancora, un parco agro energetico per la produzione di energia alternativa compatibile. Sono solo alcuni dei progetti innovativi nel campo aerospaziale, delle energie rinnovabili e dell’innovazione dell’aeronautica leggera che faranno parte del ‘Dimostratore tecnologico’ che troverà spazio all’aeroporto di Capannori .

Progetti che sono stati presentati stamani (sabato) nel corso del convegno ‘Zefiro’ svoltosi all’auditorium di Capannori su iniziativa della società Aeroporto Capannori Spa e del Comune di Capannori.

Come ha spiegato il sindaco, Giorgio Del Ghingaro di fronte ad una nutrita platea composta da docenti, ricercatori e amministratori provenienti da tutta Italia, la ricerca e l’innovazione legate alle energie rinnovabili e all’aeronautica leggera, costituiscono uno dei due filoni di sviluppo dell’aeroporto di Capannori, insieme a quello relativo all’aviazione civile.

“Sono sicuro che nei prossimi anni – ha detto Del Ghingaro – molti dei progetti di cui parliamo stamani si concretizzeranno, contribuendo ad un nuovo sviluppo sempre più compatibile del nostro territorio e della nostra economia. Sviluppo di cui l’aeroporto è un ‘tassello’ importante, insieme al Polo Tecnologico di Segromigno e ad altre realtà del territorio”

Dopo i saluti delle varie autorità presenti, tra cui il presidente della Camera di Commercio, Claudio Guerrieri e l’assessore provinciale Francesco Bambini, il presidente di ‘Zefiro-Innovazione e tecnologia’ Eugenio Baronti, amministratore delegato della Società Areroporto spa, ha illustrato le caratteristiche e gli obiettivi cui punta Zefiro.

“Con questo nuovo progetto – ha detto Baronti – vogliamo sviluppare un centro di ricerca, d’innovazione e sperimentazione nel settore energetico delle fonti rinnovabili e nel campo aerospaziale come centro dimostrativo e innovativo dell’aeronautica leggera. Il ‘dimostratore’ metterà a disposizione uno spazio fisico autorizzato a ospitare la sperimentazione dei diversi prototipi e delle diverse soluzioni tecnologiche per valutarne le reali potenzialità e le possibili applicazioni, per seguire e accompagnare tutti i passaggi compresi i percorsi di industrializzazione e commercializzazione. Per creare nuove imprese e ricchezza sociale”.

Tra i progetti presentati stamani:

Progetto SkyBox Engineering Srl-PrandtPlane illustrato da Aldo Frediani dell’Università di Pisa: il Dipartimento di Ingegneria aerospaziale di Pisa ha realizzato un prototipo di velivolo ultraleggero pronto ormai al volo il ‘PrandtPlane’ e la società SkyBox (spin-off del Dipartimento universitario) cura il progetto e la sperimentazione di un velivolo idrovolante e ne svilupperà anche una versione elettrica. Saranno realizzate attività per la sperimentazione in volo ad alta quota di velivoli non pilotati (droni) a propulsione tradizionale e solare utilizzabili per la sorveglianza del territorio e per le telecomunicazioni.

All’aeroporto di Capannori si pensa di sviluppare un Centro di Competenza per un uso civile dei droni da usare anche per emergenze ambientali e agricoltura.

‘WOW Energia degli aquiloni, illustrato da Paolo Musumeci, presidente di Wow Spa-A.D.- Noke Srl. Si tratta di un progetto realizzato in collaborazione con il gruppo di ricerca del professor Ugo Bardi dell’Università di Firenze, di grandi aquiloni ultraleggeri che sfruttando i venti in quota sviluppano energia alternativa.

‘MAE 323: un motore aeronautico con architettura innovativa per futuri velivoli e autoveicoli ibridi illustrato da Paolo Alessandrini. Si tratta di un brevetto internazionale di un motore avanzato per uso aeronautico alimentato a benzina verde e primo a utilizzare un catalizzatore, con possibilità di applicazione anche nel settore nautico.

Parco Agro Energetico: progetto di un’area inutilizzata a nord dell’aeroporto per realizzare un grande parco agricolo energetico (3/4 Mw) con l’installazione di impianti innovativi energetici per ridurre a zero i consumi energetici complessivi dell’aeroporto, distribuire in rete l’energia prodotta e contribuire all’autofinanziamento.

I lavori del convegno sono stati chiusi dall’assessore regionale all’innovazione e allo sviluppo economico Gianfranco Simoncini che ha evidenziato l’importanza crescente della ricerca e dello sviluppo e delle sinergie che si stanno creando tra istituzioni, Università e centri di ricerca.

Fonte Comune di Capannori

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi