Header ad
Header ad
Header ad

Giornate internazionali per i Rifiuti Zero

Per quattro giorni, dal 6 al 9 ottobre, Capannori diventa capitale delle buone pratiche ambientali con un’attenzione particolare sulla gestione dei rifiuti con le “Giornate Internazionali: esperienze comuni verso Rifiuti Zero” che prevedono, incontri, dibattiti, presentazioni di libri e film sui temi ambientali.

La convention promossa da Comune di Capannori, Centro Ricerca Rifiuti Zero, Ascit, Progetto Active, si aprirà giovedì 6 ottobre alle 21 all’auditorium di Capannori con la presentazione del libro “Zero Rifiuti” di Marinella Correggia (edizioni Altraeconomia) e proseguirà venerdì 7 ottobre con la ‘Riunione del team operativo del Centro di Ricerca Rifiuti Zero’ del Comune, che traccerà il bilancio di un anno di attività e presenterà i risultati di alcuni ‘casi studio’ tra cui quello sulle capsule di caffè. La serata sarà poi dedicata alla presentazione di un altro libro intitolato ‘Il libro nero dello spreco in Italia’ di Luca Falasconi e Andrea Segrè (preside della Facoltà di Agraria dell’Università di Bologna), edizioni Ambiente.

La giornata clou dell’evento sarò quella di sabato 8 ottobre Più di 50 sindaci e assessori dei Comuni italiani che hanno aderito alla strategia coniata da Paul Connett si ritroveranno a Capannori per fondare il ‘Coordinamento nazionale dei Comuni Rifiuti Zero’ di cui il comune guidato dal sindaco Del Ghingaro è stato pioniere in Italia nel 2007. Una sorta di Stati Generali delle amministrazioni locali italiane più virtuose in campo ambientale che si ritroveranno all’Auditorium di piazza Aldo Moro insieme a tanti esperti ambientalisti, tra cui il presidente dell’associazione nazionale Comuni virtuosi, Gianluca Fioretti, Pinuccia Montanari del Coordinamento nazionale Agende 21 e Arianna Buti del Progetto Active. La giornata costitutiva di questo nuovo soggetto nazionale vedrà anche la presenza di alcune delegazioni straniere che guardano a Capannori come ’modello’ da seguire per raggiungere una migliore sostenibilità ambientale. Saranno infatti presenti Jack Macy responsabile commerciale del progetto Zero Waste e della municipalità e della Contea di S.Francisco e delegazioni dei comuni della Catalogna e dei Paesi Baschi. Dalla giornata uscirà un’ Agenda Comune la cui bozza sarà presentata dal sindaco Giorgio Del Ghingaro, da Rossano Ercolini coordinatore del Centro di Ricerca Rifiuti Zero del Comune e Gianluca Fioretti nel corso di una sessione coordinata dall’assessore all’ambiente, Alessio Ciacci.

Le buone pratiche ambientali si materializzeranno poi in una mini sfilata di moda di abiti ricavati da materiali di recupero a cura della giovane stilista Martina Baldo e di abiti usati a cura di Manitese Lucca. Dopo l’intervento del presidente di Ascit Maurizio Gatti e di Pietro Angelini di Effecorta la serata si concluderà con la presentazione del film ‘Zero Waste’ di Victor Ibanez che sarà presente insieme a Franco Barbieri, Patrizia Lo Sciuto co-coordinatrice di Zero Waste Italy.

La ‘quattro giorni’ si concluderà domenica 9 ottobre con un incontro aperto tra il team operativo e il Comitato Scientifico del Centro di Ricerca Rifiuti Zero del Comune dedicato alla responsabilità estesa del produttore e alle riduzione dei rifiuti. A portare il proprio contributo, tra gli altri, Enzo Favoino coordinatore del Comitato Scientifico, Roberto Cavallo, Andrea Nervi, Riccardo Pensa. Gigi Perinello del progetto ‘Ragioniamo con i piedi’ promosso dall’ azienda Astorflex e Daniele del Grande direttore di Ceseca Innovazione srl parleranno delle scarpe ecologiche insieme all’assessore alle attività produttive Maurizio Vellutini.

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi