Header ad
Header ad
Header ad

Singapore e Sentosa, la modernità asiatica

Singapore, conosciuta anche come la Città del Leone, è un affascinante mix di culture pan-asiatiche, etnie, cucine, bellezze naturali e raffinata architettura coloniale ma soprattutto una città ad alta tecnologia dove le tradizioni asiatiche abbracciano da tempo con entusiasmo i vantaggi del turismo mondiale e le sfide di domani.
I grattacieli scintillanti che torreggiano su Singapore fanno da scudo agli innumerevoli templi cinesi, indù nonché alle numerose moschee islamiche che costellano questa città multiculturale, le cui origini sono state definite da un’immigrazione di massa avvenuta da tutta l’Asia nel XIX secolo.

Singapore è la città del proibito, non si fuma per strada, proibito cibo e bevande nella metro, proibito sporcare, proibito questo, proibito quello, proibito anche il chewing-gum! E per ogni cosa proibita, c’e’ la relativa multa: 1000 dollari per questo, 5000 per quest’altro e avanti con una lista infinita. Mi ricordo un particolare molto curioso e mai visto prima. I taxi che viaggiano per le strade, hanno installato sopra al tetto dell’auto due spie segnaletiche, una rossa e una verde. Se l’auto supera il limite di velocità si accende subito la luce rossa ed i poliziotti intervengono prontamente!

La prima domanda che ci si pone arrivando in questa metropoli è la seguente : che fine a fatto l’Asia e il suo caos? No, questa non è più Asia, ma bisogna rendere merito che qui la criminalità è praticamente sconosciuta, ed è uno dei posti più sicuri al mondo. Il turista ha l’imbarazzo della scelta, a riguardo delle cose da vedere e da fare, soprattutto in termini di vita notturna.

Attenzione, i prezzi non sono come quelli del resto del continente asiatico, se decidete di raggiungere Singapore, preparatevi ad affrontare spese del tutto simili a quelle di una città europea, in alcuni casi anche superiori. Per una notte in albergo non si spendono meno di 70/80 dollari, per un pasto si spendono minimo 15 dollari, tre dollari per un viaggio in metro, 10 dollari una birra e addirittura 12 dollari per un pacchetto di sigarette!!! Una città cara, carissima, soprattutto per un viaggiatore.

Per il mio breve viaggio ho deciso si soggiornare in un piccolo alberghetto nella Little India, zona in cui si trovano una serie infinita di centri commerciali e vie dedicate allo shopping, come la famosa Orchard road. Si possono visitare le attrazioni classiche per turisti, tipo zoo, parchi giochi e altre cose del genere. Se capitate da queste parti vi consiglio una visita al Mustafa Plaza, centro commerciale con prezzi abbordabili in piena Little India. Da Mustafa troverete di tutto: alimentari, profumi, borse, vestiti, televisioni, lavatrici, mobili, elettronica, miliardi di altre cose, il tutto compresso in 4 piani caotici.

Un’altra meta che vi consiglio è il Parco Ornitologico di Jurong. Non è molto facile e veloce da raggiungere, ci vuole almeno un’oretta in metropolitana più taxi, ma è una attrazione molto divertente e piacevole, in particolare se siete amanti delle fotografie. All’interno del parco si trova un’arena dove si tengono divertenti spettacoli con gli uccelli ammaestrati e la monorotaia che permette di vedere, o rivedere, tutto il parco comodamente seduti.

Altra meta interessante per chi vuole fare un po di mare è l’incantevole isola di Sentosa, il cui nome tradotto in lingua malese significa “pace e tranquillità”. Sentosa è un conosciutissimo atollo di quasi 500 ettari di estensione situato presso la punta meridionale di Singapore.
L’isola è una specie di grande parco dotato di divertimenti e strutture ricettive di ogni genere, capace di attirare migliaia di visitatori da tutto il mondo. Oltre ad essere il rifugio dei singaporesi in cerca di relax, Sentosa è divenuta un vero e proprio punto di riferimento per il turismo internazionale, con europei e americani che ogni anno affollano le lussureggianti foreste pluviali, le molte spiagge di sabbia
bianca, i lussuosi campi da golf ed i molti locali per un soggiorno all’insegna del massimo comfort.

Essendo un’isola nata con il preciso scopo di attirare turisti Sentosa è facile da raggiungere e estremamente comoda da girare. L’atollo, che dista appena mezzo chilometro dalle coste singaporesi, è accessibile tramite semplici bus ma anche con la monorotaia, un’infrastruttura moderna ed efficace che, oltre a coprire il tratto di mare che separa Singapore da Sentosa, dispone di due stazioni sull’isola stessa: Imbiah Station e Beach Station. Il mezzo di trasporto più suggestivo è però la telecabina sospesa sul mare che, partendo dalla cima del Monte Faber, consente di raggiungere l’isola dopo aver sorvolato la città ed il famoso porto di Singapore.

Scendendo alla stazione di Beach Station sarà possibile raggiungere in pochi minuti le molte spiagge artificiali di Sentosa. Queste ultime, tra le quali ricordiamo Palawan Beach, Siloso Beach e Tanjong Beach, sono state realizzate riportando sabbia e disponendo le palme nel tentativo di imitare i Caraibi, un azzardo parzialmente riuscito per quanto riguarda il contesto, ma totalmente fallito a causa dell’acqua del mare, stagnante e lontana parente di quella del Mar delle Antille.
Ogni giorno sull’isola si tiene il Songs of the Sea, un variopinto spettacolo all’insegna di suoni, luci laser e fontane luminose che calamita l’attenzione di tutti i turisti comodamente seduti all’interno di un grande anfiteatro a pochi passi dal mare realizzato appositamente.

Il clima di Singapore e caldo ed umido per tutto l’anno. La temperatura è mediamente compresa tra i 30 gradi delle ore diurne ed i 20 di quelle notturne, con un tasso di umidità relativa che si aggira stabilmente intorno al 70/80%. I mesi più afosi sono quelli compresi tra novembre e gennaio, mentre quelli dal clima leggermente più gradevole sono maggio, giugno e luglio.

Per raggiungere Singapore in aereo, si atterra da ogni parte del mondo al Singapore Changi International Airport, 13 ore circa di volo dall’Italia.
Buon Viaggio e alla prossima !!!

Fabrizio Barsuglia

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi