Header ad
Header ad
Header ad

La ricetta: Bucatini all’amatriciana

Gli spaghetti all’Amatriciana, sono uno dei simboli della tradizione culinaria Italiana. La ricetta originale, nata ad Amatrice, una piccola cittadina Laziale al confine con l’Abruzzo, prevede rigorosamente gli spaghetti e non i bucatini tant’è che persino i cartelli Comunali all’ingresso della città indicano “Amatrice, Città degli Spaghetti”.

Nel tempo la ricetta è stata acquisita dalla cucina romanesca che ne ha modificato uno degli ingredienti base, gli spaghetti con i bucatini. In passato la ricetta era un pasto povero dei pastori ed era in bianco, solamente spaghetti, guanciale e pecorino e null’altro. Quando furono inventati gli spaghetti all’amatriciana, Amatrice geograficamente era in Abruzzo, e questo piatto era il pasto principale dei numerosissimi pastori, che originariamente era senza il pomodoro, e si chiamava “Gricia”.

Con l’arrivo in Europa del pomodoro, questo ortaggio fu aggiunto alla preparazione e divenne “Amatriciana”.
Gli spaghetti all’amatriciana sono protagonisti ormai da tantissimi anni di una festa di piazza famosissima, che si svolge ad Amatrice, in provincia di Rieti, e si tiene l’ultimo fine settimana di Agosto. La ricetta degli spaghetti all’amatriciana, rispetta la tradizione di Amatrice, ma esistono anche delle varianti che potete provare. Quella che vi proponiamo è con la cipolla bianca.

Ingredienti per 4 persone
500 granni di bucatini
250 grammi guanciale o pancetta dolce
500 grammi di pomodori pelati
150 grammi di pecorino
1 cipolla bianca
1 peperoncino rosso
olio d’oliva extravergine
½ bichiere di vino bianco
pepe nero

Preparazione
Tagliate il guanciale o la pancetta a listarelle e mettetela in una padella a soffriggere con un filo d’olio, la cipolla tagliata grossolanamente e il peperoncino. Non appena la parte grassa del guanciale sarà diventata trasparente sfumate con il vino bianco e lasciate evaporare. Quando il vino sarà sfumato togliete solo il guanciale e la cipolla dalla padella e mettete il tutto da parte al caldo.

Dopo avere spezzettato i pelati e tolti i semi interni, versateli in padella, nello stesso sughetto di cottura del guanciale e cipolla. Cuocete il pomodoro fino a che diventi sfatto. Nel frattempo, cuocete i bucatini, scolateli 1 minuto prima della cottura al dente e versateli direttamente nella padella, aggiungendo il guanciale e facendoli saltare qualche istante per amalgamare bene il tutto.
Macinate sull’amatriciana il pepe nero e condite con abbondante pecorino grattugiato.

Buon appetito e alla prossima !

Fabrizio Barsuglia

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi