Header ad
Header ad
Header ad

Al Via il Festival della Versiliana

 Programma della 32° edizione del Festival della Versiliana

Presentato il 10 Maggio nel Parco della Versiliana di Marina di Pietrasanta il programma dei Concerti della 32° edizione del Festival della Versiliana alla presenza del Sindaco di Pietrasanta Domenico Lombardi, del Presidente della Fondazione La Versiliana Manrico Nicolai, del direttore artistico del Festival della Versiliana Luca Lazzareschi e di Claudio Bertini del gruppo PRG di Firenze.

7 concerti di grande musica italiana ed internazionale che si aggiungeranno al ricco cartellone di prosa, danza, one man show e musical per la 32° edizione del Festival La Versiliana di Marina di Pietrasanta, firmata dal direttore artistico Luca Lazzareschi.

Sul palcoscenico del grande teatro all’aperto immerso nel Parco della Versiliana, si alterneranno a partire dal 20 di luglio Goran Bregovic con la Wedding and Funeral Band (20 luglio), Daniele Silvestri (23 luglio), Elio in Gian Burrasca (1 agosto), Igudesman & Joo (2 agosto), Stefano Bollani con i Visionari (9 agosto), Ornella Vanoni (11 agosto) e Roberto Vecchioni (18 agosto).

Uno straordinario programma di musica leggera con grandi artisti italiani e internazionali che si colloca all’interno della variegata offerta della 32° edizione del Festival della Versiliana che prenderà il via l’8 luglio con l’Arlecchino Servitore di due padroni del Piccolo Teatro di Milano con Ferruccio Soleri per la regia di Giorgio Strehler. Oltre alla musica leggera, l’edizione 2011 del Festival della Versiliana prevede infatti, un qualificato calendario di eventi che si svilupperà, come di consueto tra luglio e agosto, con spettacoli di danza e prosa – tra cui allestimenti in prima nazionale – musical, recital e one man show, promosso e organizzato dalla Fondazione La Versiliana in collaborazione con il Comune di Pietrasanta e con il prezioso contributo della Banca della Versilia Lunigiana e Garfagnana per una lunga estate all’insegna della cultura.

“E’ una proposta musicale molto eterogenea – dichiara il direttore artistico della Festival La Versiliana Luca Lazzareschi – che raccoglie nei diversi concerti, generi musicali per tutti i gusti: dal Jazz di Stefano Bollani alle contaminazioni della musica classica con Igudesman e Joo, passando per la musica italiana d’autore con Roberto Vecchioni e Ornella Vanoni, il pop con Daniele Silvestri, la musica popolare etnica di Goran Bregovic ed un grande omaggio a Nino Rota nel centenario dalla nascita con un grande personaggio mediatico quale è Elio che unisce la sua straordinaria ironia e comicità a una profonda conoscenza musicale.”

All’interno del programma del Festival abbiamo accolto proposte musicali che possano accontentare un pubblico molto variegato – dichiara il Presidente della Fondazione La Versiliana Manrico Nicolai – grazie alla collaborazione con il gruppo Prg di Firenze. I 7 concerti si intercaleranno con le proposte di prosa, balletto e con gli eventi di satira che realizzeremo in sinergia con il Comune di Forte dei Marmi e il “Premio Satira”. Abbiamo voluto anticipare il più possibile la presentazione dei concerti che già da mercoledì saranno in vendita e a breve presenteremo tutto il programma del festival, per dare la possibilità al pubblico di reperire i biglietti”.

Il primo appuntamento con la musica leggera è per mercoledì 20 luglio con il concerto di Goran Bregovic accompagnato dalla Wedding and Funeral Band. Bregovic, compositore con la radici nei Balcani di cui è originario (nato a Sarajevo da madre serba e padre croato) e la mente nel XXI secolo, nelle sue composizioni, mescola le sonorità di una fanfara tzigana, le polifonie tradizionali bulgare, una chitarra elettrica e percussioni tradizionali con delle accentuazioni rock…. dando vita ad una musica che ci sembra istintivamente di riconoscere e alla quale il nostro corpo difficilmente sa resistere. In Versiliana sarà insieme alla Wedding and Funeral Band, la sua orchestra per Matrimoni e Funerali e presenterà tutti i suoi brani più belli dall’ormai celebre “Ederlezi” (Il Tempo dei Gitani” a “In the Death Car” (Arizona Dream” passando per il vigoroso “Kalashnikov” (Underground) che trascina il pubblico in delirio con il grido “Juris” (All’attacco !!!).

Daniele Silvestri

salirà sul palco della Versiliana sabato 23 Luglio dopo aver offerto un primo assaggio del suo nuovo live sul palco del concertone del Primo maggio a Roma, fresco del successo di critiche e di vendite del suo nuovo album “S.C.O.T.C.H.”, uscito nelle scorse settimane e attualmente ai primi posti delle classifiche. Lo spettacolo si dividerà in tre momenti: partendo dai brani di “S.C.O.T.C.H.”,per poi attingere dai brani dal repertorio di successi del cantautore. A metà tra le due parti , si aprirà invece un vero e proprio set dance in cui il palco e i musicisti si adatteranno ad una atmosfera tipicamente da discoteca. Daniele Silvestri sarà insieme a Piero Monterisi alla batteria, Maurizio Filardo alle chitarre, Gianluca Misiti alle tastiere, Gabriele Lazzarotti al basso e Ramon Josè Caraballo alla tromba e alle percussioni.

Lunedì 1

agosto, l’ istrionico cantante, compositore e polistrumentista Elio, leader del gruppo delle Storie Tese, vestirà in Versiliana i panni di Giannino Stoppani, il mitico Gian Burrasca, protagonista esuberante ed irrequieto del romanzo “Il Giornalino di Gian Burrasca” nato dalla fantasia di Vamba. Testo e regia dello spettacolo sono firmati da Lina Wertmuller che non a caso definisce Elio come “il Gian Burrasca del nuovo Millennio“. Nel concerto- spettacolo, Elio racconterà, i momenti salienti del romanzo, oltre ad interpretare le indimenticabili canzoni di Nino Rota, di cui proprio nel 2011 ricorre il centenario della nascita,accompagnato da uno straordinario quintetto di musicisti di livello internazionale “in scena”: Corrado Giuffredi (clarinetto), Cesare Chiacchiaretta (fisarmonica), Giampaolo Bandini (chitarra), Federico Marchesano (contrabbasso), Danilo Grassi (percussioni). Nel 1964 Lina Wertmuller dirigeva le otto puntate dello sceneggiato Rai “il giornalino di Gian Burrasca”, cadenzate sulle musiche di Nino Rota, dirette da Luis Bacalov. Fu uno dei maggiori successi televisivi dell’epoca e rese immortali canzoni come “viva la pappa col pomodoro” e le buffe intemperanze del ragazzino impertinente, interpretato da una giovane Rita Pavone. A quarantasei anni di distanza, in occasione del centenario della nascita del maestro Nino Rota (3 dicembre 1911 – Roma, 10 aprile 1979), Lina Wertmuller ha curato l’adattamento del testo e la supervisione alla regia di questa edizione teatrale interpretata da Elio (Stefano Belisari), che presta la sua comica fissità alla figura di Gian Burrasca – parrucca con i riccioloni e pantaloni alla zuava – conferendo allo spettacolo quella iconoclastia futurista, presente in molti passi del testo, attraverso il gusto del gesto e della parola come contrapposizione critica alla borghesia del primo Novecento.

Il giorno successivo, martedì 2 agosto, sarà la volta della “musica classica da ridere” con uno straordinario duo internazionale, capace di abbattere le frontiere della musica classica con gli esilaranti sketch che hanno conquistato il mondo: Igudesman & Joo. “A little Nightmare Music”, questo è il titolo dello spettacolo che i musicisti Aleksey Igudesman e Hyung-ki Joo, cliccatissimi su You Tube con oltre 15milioni di contatti, presenteranno in Versiliana, spettacolo che ha travolto il mondo con un’esilarante miscela di musica classica, commedia e cultura popolare. Martedì 9 agosto il Festival della Versiliana ospiterà il numero uno del pianoforte jazz italiano, che ha saputo conquistarsi la fama internazionale: Stefano Bollani, il jazzista del successo televisivo, il musicista di fama internazionale fresco di collaborazioni con artisti del calibro di Caetano Veloso e Bobby McFerrin. Alla Versiliana Stefano Bollani si esibirà con la sua formazione più amata e di fiducia, con i suoi amici più intimi e stimati : I Visionari. Il nome della formazione composta da Mirko Guerrini, Nico Gori, Stefano Senni e Cristiano Calcagnile, deriva dalle “Visions fugiti ves” di Prokof’ev, e dalla grande passione classica di Stefano. Tra citazioni e elaborazioni di musica di ogni genere i Visionari saltano, giocano, scherzano e suonano, magistralmente suonano, in perfetto equilibrio tra jazz, pop, classica e raffinati echi popolari ed etnici.

Giovedì 11 agosto

sarà protagonista una delle migliori interpreti, tra le più note ed importanti, della musica leggera italiana, Ornella Vanoni. Stile interpretativo ed un timbro vocale fortemente riconoscibili, Ornella Vanoni presenterà alla Versiliana “Contatto 2011”,concerto che parte dal successo dell’album “Ornella Vanoni Live Al Blue Note” ripercorrendo poi tutta la sua carriera, dai “classici” del suo repertorio passando da “Vita” a “La Mia Storia Tra le Dita” e “Quanto Tempo e Ancora”, “Ogni Volta”, “Alta Marea”; da “Rossetto e Cioccolata” e “Io che Amo solo Te” a “La Voglia La Pazzia”, “Per l’Eternità”, “Domani è un altro giorno”, “L’Appuntamento” e “Senza Fine”.

Sul palco della Versiliana ad accompagnare Ornella Vanoni , la stessa formazione del progetto “Blue Note”: Roberta Testa (batteria) Edu Hebling (basso elettrico e contrabbasso) Salvo Correri (chitarre, tastiere e percussioni); Nicola Oliva (chitarre), Fabio Valdemarin (piano e tastiere).

Giovedì 18 agosto

La Versiliana ospiterà Roberto Vecchioni, dopo la vittoria all’ultimo Festival di Sanremo con .Chiamami Ancora Amore”. Il concerto sarà l’occasione per Vecchioni di vestire di nuovo i panni da chansonnier amato da un pubblico realmente trasversale, che lo ha conosciuto grazie a indimenticabili successi come Blumun, Milady, Le Rose Blu o le immancabili Luci a San Siro e Samarcanda, e che lo ha felicemente ritrovato moderno e uguale a se stesso in Chiamami Ancora Amore sul palco di Sanremo, dove la vittoria coglie Roberto Vecchioni proprio nell’anno in cui festeggia 40 anni di carriera da interprete. Sul palco della Versiliana sarà da una band di 6 elementi: Lucio Fabbri alle chitarre, mandolino e violino, Roberto Guidi alla batteria, Massimo Germini alle chitarre, Stefano Cisotto alle tastiere, Eros Cristiani al pianoforte e alla fisarmonica e infine Antonio Petruzzelli al basso.

I biglietti di tutti gli spettacoli sono acquistabili su ticketone.it

Related posts

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto. Info | Chiudi